Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Export in calo nel 2016

Crescita tendenziale per le regioni del Sud tranne che per la Sicilia

14 giugno 2016

Nel primo trimestre del 2016, le esportazioni italiane sono in calo (-0,4% sull'anno), ma le regioni del Sud vedono una crescita tendenziale del 12,2% e quelle del Centro del 2,3%. La flessione è determinata dal calo delle aree insulare (-20,3%), nord-occidentale (-2,5%) e nord-orientale (-0,1%). Lo comunica l'Istat. Rispetto ai tre mesi precedenti, invece, la diminuzione dell'export interessa tutte le aree: -3,7% per il Centro, -3,3% per il Nord Ovest, -2,8% per il Nord Est e -1,9% per il Sud e le Isole.
Le regioni che danno un contributo positivo maggiore all'andamento tendenziale dell'export sono  Basilicata (+118,6%), Abruzzo (+14,9%), Lazio (+5,5%) e Molise (+151,4%). Al contrario pesano sul dato nazionale i risultati di Piemonte (-7,1%), Sardegna (-38,4%), Liguria (-12,3%), Sicilia (-8,1%), Campania (-4,7%) e Friuli-Venezia Giulia (-3,2%).
Più in dettaglio, la diminuzione delle esportazioni di autoveicoli dal Piemonte e di prodotti petroliferi raffinati dalla Sardegna fornisce un contributo negativo alle vendite nazionali sui mercati esteri pari a un punto percentuale. Nello stesso periodo, l'aumento delle vendite di autoveicoli dalla Basilicata (sede della Fca di Melfi), di mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi, dal Lazio e di macchinari e apparecchi n.c.a. da Toscana e Lombardia contrastano la diminuzione dell'export nazionale per oltre un punto percentuale.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

14 giugno 2016
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia