Figuraccia olimpica del Servizio Segreto Usa

27 febbraio 2002
Figuraccia olimpica del Servizio segreto Usa. Un agente addetto alla scorta del vicepresidente Dick Cheney ha dimenticato domenica in un negozio di Salt Lake City, poco prima della cerimonia di chiusura delle Olimpiadi, la descrizione dettagliata dei piani per la sicurezza del numero due della Casa Bianca.

Secondo il Secret Service, Cheney - che ha presenziato allo show finale dei Giochi invernali -- non è mai stato in pericolo a causa della "distrazione". Ma il prestigio del servizio, che dipende dal Tesoro e ha per compito principale la protezione del presidente, del suo vice, dei loro familiari e dei capi di stato e di governo stranieri in visita, non ne esce sicuramente rafforzato.

Un portavoce del Secret Service ha spiegato che il documento non era segreto, ma conteneva informazioni assai delicate: i movimenti di Cheney, della sua famiglia e di altri dignitari, la piantina dello stadio con i posti che avrebbero occupato e le posizioni di tutti gli agenti incaricati della loro protezione.

La vicenda non sarebbe forse mai diventata pubblica se il proprietario del negozio non l'avesse raccontata di sua iniziativa al quotidiano locale. Una decisione che il commerciante ha preso, secondo lo stesso Salt Lake City Tribune, dopo che gli agenti gli hanno rifiutato una foto autografata di Cheney come premio per la riconsegna del prezioso documento.

Un agente il cui nome non è stato reso noto ha lasciato il foglio, poco prima dell'inizio della cerimonia, in un negozio di articoli sportivi vicino allo stadio, dove lui e dei colleghi avevano comperato dei cappellini con il logo ufficiale delle Olimpiadi. Il proprietario, Clayton Greenhalgh, ha ritrovato il foglio sul bancone e appena ha capito di cosa si trattava ha chiamato l'ufficio locale del servizio. "C'era una descrizione molto dettagliata", ha raccontato. Dopo 45 minuti però gli agenti che dovevano presentarsi a recuperare il documento non si erano ancora visti, e l'uomo ha deciso di andare personalmente all'ufficio per riconsegnarlo.

Una volta nell'ufficio ha restituito il foglio smarrito e ha chiesto una foto di Cheney con dedica, ma è stato mandato via bruscamente. A quel punto ha chiamato la redazione del giornale cittadino e ha raccontato tutta la storia, che fonti del Servizio segreto hanno confermato alla CNN. L'agente distratto sarà punito? "E' troppo presto per dirlo", ha risposto laconico il portavoce del Secret Service.

Fonte: CNN

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

27 febbraio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia