Forse, per i deputati dell'Ars partire per un viaggetto, a carico dei contribuenti, sarà un po' più difficile

13 settembre 2007

All'Ars si lavora un'ora e mezza alla settimana... e si gira il mondo gratis
[www.a.marsala.it]

La Sicilia, da sempre laboratorio politico del Belpaese, lancia l'ultima moda: il deputato viaggiatore. Il profilo ideale del turista politico, fra i 90 onorevoli che siedono fra gli scranni del ''Parlamento più antico d'Europa'', è semplice e alla portata dei più: in primis occorre un bel po' di tempo libero.
E il tempo libero agli inquilini dell'Assemblea regionale siciliana non manca, visto che nell'ultima legislatura - che ha avuto inizio a giugno del 2006 - gli onorevoli signori si sono riuniti 66 volte e hanno approvato nientemeno che 17 leggi, per un totale di 78 ore di lavoro, ossia un'ora e mezzo alla settimana.
La retribuzione è allineata a quella del Senato e gli onorevoli signori si portano via qualcosa come 15mila euro al mese, col paradosso che gli assessori della Giunta Cuffaro guadagnano addirittura più dei ministri di Prodi.
In più - mentre il buco della sanità siciliana supera i 1.000 milioni di euro - i deputati hanno a disposizione (complessivamente) ogni anno 400 mila euro per le indennità di viaggio, più una diaria giornaliera personale che oscilla fra i 150 e i 190 euro accompagnata da un rimborso spese (sempre giornaliero) compreso fra i 300 e i 400 euro, più, infine, 10mila euro l'anno cadauno per gli spostamenti sul territorio nazionale.

Se non viaggiassero sarebbero dei pazzi. E infatti lor signori girano vorticosamente come tante palline d'una roulette impazzita che regala cifre da sogno. 680 mila euro spesi l'anno scorso per il Columbus day, tradizionale festa negli Usa dal 4 al 12 ottobre e dunque fra poco incombe... l'ennesima emorragia. Emorragia di danaro pubblico.
Aspettando gli States fra i deputati viaggiatori impazza l'Argentina. L'assessore all'Emigrazione Santi Formica di An sta già visitando la folta comunità italiana di laggiù e nei giorni scorsi sono partiti alla volta del Sudamerica altri tre colleghi dell'Mpa: Roberto Di Mauro, Angelo Lombardo e Pippo Gennuso. Tutti invitati dall'associazione ''Siracusani d'argentina''. In ottobre toccherà alla delegazione della Commissione Cultura dell'Assemblea, capitanata dal presidente Pippo Gianni dell'Udc.

A proposito dell'Udc, è stato il suo leader regionale, Saverio Romano - noto alle cronache anche per essere stato l'11 luglio del 2000 fra gli ospiti d'onore (c'erano pure il governatore Totò Cuffaro e il Guardasigilli Clemente Mastella) al matrimonio del pentito di mafia Francesco Campanella, ex presidente del Consiglio comunale di Villabate (in provincia di Palermo) poi sciolto per infiltrazioni mafiose - a porre la questione degli allegri e costosi viaggi dei parlamentari, invitando ''la classe dirigente dell'Udc a dare il buon esempio''.
Una boutade che non ha sorpreso Gianfranco Micciché, il presidente forzista dell'Assemblea regionale che nello scorso mese di giugno, in occasione del 60esimo anniversario dello Statuto dell'Assemblea regionale, aveva pensato bene di festeggiare in pompa magna e a suon di milioni di euro, scatenando polemiche a destra e a manca, oltre l'ira dell'allora neonato M.a.s.s., Movimento per l'abolizione dello Statuto Siciliano, che vorrebbe abolire la Regione Siciliana tout court.
Micciché ha dichiarato di aver provveduto a bloccare tutte le autorizzazioni di spesa relative alle missioni all'estero ''fino a quando la materia non sarà adeguatamente regolamentata''. Ora, non si sa se è la solita sicilitudine, ma proprio mentre Micciché s'indignava e tuonava contro i deputati viaggiatori - mercoledì scorso - il California's dream seduceva altri due Udc, Nino Dina e Sebastiano Sanzarello, che s'involavano felici alla volta di San Diego, Los Angeles e San Francisco.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

13 settembre 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia