FRIDA

La storia della pittrice Frida Kahlo, una donna straordinaria icona del femminismo

20 gennaio 2003
 

 
Noi vi consigliamo di vedere…
FRIDA
di Julie Taymor


La storia di una vita straordinaria: quella di Frida Kahlo (Salma Hayek), figlia di un fotografo tedesco di origine ebrea e di una messicana, cresciuta a Città del Messico in un periodo in cui la città era un crocevia di esiliati e di avventurieri. Giovanissima e studentessa si reca a vedere al lavoro il celebre pittore di murales Diego Rivera, e pur manifestando esteriormente una certa strafottenza, ne rimane profondamente affascinata. Poco più tardi Frida viene coinvolta in un drammatico incidente. Investita da un camion, resta viva per miracolo, anche se la gravità delle ferite subite la costringono a sempre più lunghi periodi di immobilità e ad una quotidiana e durissima lotta contro il dolore fisico. Una lotta che per assurdo diventa la molla che la spinge verso la pittura, per cercare di sottrarre la propria vita al dolore, e ridarle dignità. E che, grazie alla sua eccezionale vitalità, non le impedirà di avere una vita di straordinaria ricchezza. Un rapporto molto particolare quello tra Frida Kahlo e Diego Rivera, tra due artisti bohemien e profondamente marxisti, che si amano ma che non rinunciano mai a se stessi. Segnato da una grande libertà - nel corso del loro rapporto sia Frida che Diego ebbero svariate altre relazioni - e da un grande rispetto, nonostante le frequenti e apparentemente contraddittorie scenate di gelosia. All’insegna di una coraggiosa lealtà, e sdegnando la ''borghese'' e disprezzabile fedeltà. Dal complesso e profondo rapporto con il marito e mentore Diego Rivera, all’illecita e controversa relazione con Trotskij, alle storie provocatoriamente romantiche avute con le donne, alla battaglia quotidiana contro il dolore, Frida Kahlo ha vissuto la vita coraggiosa e priva di compromessi di una 'rivoluzionaria': della politica, dell’arte e del sesso. Conquistandosi lo status di icona del femminismo. La sua breve ed intensa esistenza si chiuse all’età di 46 anni.


Distribuzione Miramax
Durata 119'
Regia Julie Taymor
Con Salma Hayek, Alfred Molina, Geoffrey Rush, Ashley Judd, Edward Norton, Antonio Banderas, Valeria Golino
Genere drammatico


La determinazione è donna
Una storia di forza e determinazione al femminile altrettanto fortemente voluta dalla protagonista (e produttrice) del film Salma Hayek. Che per ottenere questo ruolo ha dovuto lottare per alcuni anni e contro numerosi ostacoli, a cominciare da Madonna e Jennifer Lopez (entrambe volevano quel ruolo), e problemi di natura finanziaria (che l’hanno convinta a entrare direttamente nella produzione). Alla fine l’ha vinta lei, convincendo la Miramax a produrre il film, ad affidare a lei il ruolo della protagonista, ad Alfred Molina quello di Rivera e ad un’altra donna, Julie Taymor, la regia.

La musa del Sundance
Una delle figure più interessanti e ‘visionarie’ del cinema made in Hollywood, Julie Taymor (Newton, Massachussets, 1953) deve la sua notorietà al Sundance, il festival del cinema indipendente, creato da Robert Redford, che premia originalità e intelligenza, invece dei grossi budget. Ha diretto Fool’s Fire, tratto da Hop-Frog di Poe e Titus, adattando per lo schermo il Tito Andronico di Shakespeare. Per entrambi i film ha creato anche il look e i costumi dei personaggi.


Fonte: primissima.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

20 gennaio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia