Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Fumata bianca

Il nuovo Papa è Joseph Ratzinger, prenderà il nome di Benedetto XVI

19 aprile 2005

AGGIORNAMENTO - Ore 18.45
Il nuovo Papa è Joseph Ratzinger, prenderà il nome di Benedetto XVI


AGGIORNAMENTO - Ore 12.05
Un brivido ha scosso Piazza San Pietro quando la prima striscia di fumo ha cominciato a fuoriuscire dal comignolo della Sistina: un'onda di eccitazione si è propagata dal confine della piazza fino a via della Conciliazione. Chi guardava i maxischermi ha avuto l'impressione di una fumata bianca e ancora adesso la gente, ad una manciata di minuti dalla prima striscia di fumo, dice ''a me sembra bianca''. Ma chi guarda il comignolo non ha più dubbi: ''E' nera''.
___________________

In centoquindici sono entrati ieri dentro la Cappella Sistina.  Alle 17.27 monsignor Piero Marini, maestro delle celebrazioni liturgiche pontificie, ha pronunciato la formula ''Extra omnes'', fuori tutti, ed è iniziato iniziato il primo conclave del terzo millennio, chiamato a scegliere il successore di Papa Giovanni Paolo II.
Mai prima di oggi il mondo aveva avuto possibilità di seguire i cardinali fin dentro la la Cappella Sistina, e per la prima volta lo sguardo di migliaia di persone hanno accompagnato i 115 cardinali elettori nel loro ingresso dentro la Cappella, e durante il solenne giuramento sul Vangelo.
Un conclave in mondovisione.

''Ci impegnamo con il giuramento a non prestare mai appoggio o favore a qualsiasi interferenza, opposizione o altra qualsiasi forma di intervento con cui autorità secolari di qualunque ordine e grado, o qualunque gruppo di persone o singoli volessero ingerirsi nell'elezione del Pontefice'', recita la formula del giuramento.
Poi l'arcivescovo Piero Marini, come in un film, con gli occhi diretti verso l'obiettivo di una telecamera, ha chiuso la porta della cappella.

Insieme ai 115 votanti sono rimasti Marini e il predicatore cardinale Tomas Spidlik, non elettore perché ultra 80enne, che ha avuto il compito di accompagnare i porporati nell'ultima meditazione prima del voto.
Usciti anche loro, i cardinali hanno proceduto all'elezione dei tre scrutatori e dei tre revisori dei voti che vigileranno sull'elezione del 265esimo Papa nella storia della Chiesa.
Fuori, in Piazza San Pietro circa 40 mila fedeli hanno voltato lo sgrado verso il comignolo, e in silenzio hanno aspettato la fumata: bianca e suono delle campane a distesa, il Papa è stato eletto; nera, il Papa non è stato ancora eletto.
Passate meno di tre ore, intorno alle 20.05, dal comignolo della Cappella Sistina è uscito un tenue fumo. All'inizio solo un filo, così sottile e debole da sembrare inizialmente bianco.
Poi quel filo è diventato una corposa colonna e si è capito che era nero: il nuovo Pontefice non è stato ancora eletto.
I fedeli, sono passati in pochissimi secondi dall'attesa, all'entusiasmo alla delusione. Bisogna ancora aspettare.

Come sacerdoti appartenenti ad una storia antica, quando la religione era ancora tutta avvolta dal mistero sommo del sacro, gli osservatori hanno subito voluto interpretare quel fumo nero che ha bruciato centoquindici punti di vista, centoquindici scelte di grande importanza.
Una fumata nera che per gli osservatori rappresenta una prima bocciatura per i candidati ''di bandiera'' di entrambi gli schieramenti.
Per quello conservatore, dovrebbe essere il cardinale Joseph Ratzinger che, nell'omelia della messa di ieri, aveva confermato la sua visione piuttosto pessimistica sul mondo di oggi caratterizzando così ulteriormente la sua collocazione tradizionalista.
Per i progressisti potrebbe essere stato votato l'altro cardinale 78enne, l'ex arcivescovo di Milano Carlo Maria Martini.

Non è ovviamente possibile stabilire quanto tempo occorrerà ad individuare il porporato in grado di catalizzare un consenso generale ma non si può escludere che proprio le votazioni di che si terranno oggi possano essere quelle decisive.
Ne sono previste quattro. La prima è iniziata stamane alle 9. Alle 16.30 la terza, mentre la seconda e la quarta avranno luogo subito dopo le precedenti, senza l'interruzione per la fumata. Ci si può, dunque, aspettare un'eventuale risposta ''bianca'' attraverso la canna fumaria  già verso mezzogiorno, questo se il successore di Giovanni Paolo II fosse eletto nella seconda votazione.

- il sito del Vaticano

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

19 aprile 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia