Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Gli avvocati di Agrigento solidarizzano con il loro presidente indagato

Inchiesta Maginot: I colleghi di Nino Gaziano sono certi di una pronta e definitiva soluzione della vicenda

19 luglio 2011

I penalisti di Agrigento si sono schierati dalla parte dell'avvocato Nino Gaziano, il presidente del Consiglio dell'ordine degli avvocati raggiunto venerdì scorso da un avviso di garanzia per favoreggiamento aggravato nell'ambito dell'operazione antimafia Maginot che ha portato all'arresto di dieci presunti fiancheggiatori del boss di Cosa nostra Giuseppe Falsone.
Gli avvocati hanno duramente polemizzato con la Procura di Palermo. Infatti il Consiglio direttivo della Camera penale di Agrigento in una nota ha espresso solidarietà a Gaziano perché, "siamo certi di una pronta e definitiva soluzione della vicenda processuale che ha investito l'avvocato Gaziano del quale abbiamo sempre apprezzato l'incontestabile dirittura morale e competenza professionale". Poi c'è anche l'attacco frontale alla Dda di Palermo: "Le iniziative della Procura Palermitana non rispettano il principio di segretezza cui deve uniformarsi la notifica di un avviso di garanzia che non può essere utilizzato come mezzo attraverso il quale possa rappresentarsi alla pubblica opinione una anticipazione di giudizio ma deve costituire meramente uno strumento di difesa a favore dell'indagato , pur non entrando nel merito della vicenda". Il riferimento è relativo alla notizia dell'avviso di garanzia all'avvocato Gaziano resa nota nel corso di una conferenza stampa. "L'uso mediatico della notizia - spiegano ancora dal Consiglio direttivo della Camera penale - rappresenta per l'Avvocatura ragione di ritenere che esso costituisce chiara violazione del diritto di difesa e del diritto dovere del professionista di difendere con la necessaria serenità". La Camera penale ha inoltre protestato "per il modus operandi della Procura di Palermo con espresso ed ulteriore riferimento all'incredibile trattamento mediatico al quale è stato sottoposto l'avvocato Gaziano e stigmatizza la condotta di chi, affermando principi di legalità, non rispetta le regole processuali e costituzionali che impongono la segretezza nelle notificazioni degli avvisi di garanzia". [Articolo di Fabio Russello, Repubblica/Palermo, 18/07/11]

- Operazione Maginot (Guidasicilia.it, 14/07/11)

- Il presidente dell'Ordine degli avvocati di Agrigento si è dimesso (Guidasicilia.it, 15/07/11)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

19 luglio 2011
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia