Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

GP di Monaco. Kimi Raikkonen irraggiungibile: pole al mattino, gara vinta al pomeriggio

Il Mondiale si fa interessante... anche senza le Ferrari

23 maggio 2005




Montecarlo incorona Raikkonen
 
Il finlandese della McLaren vince il GP di Monaco davanti alle ottime Williams di Heidfeld e Webber. Quarto Alonso su Montoya e Ralf. Ferrari a punti

MONTECARLO (Monaco), 22 maggio 2005 - Micidiale Kimi Raikkonen. Il finlandese della McLaren è entrato oggi nel prestigioso Olimpo dei vincitori del GP di Monaco con una prestazione maiuscola. Il giovane pilota di Ron Dennis non ha dato tregua a nessuno per tutto il fine settimana e oggi si è confermato il vero rivale di Fernando Alonso nella lotta al Mondiale. Pole position al mattino, gara dominata al pomeriggio. Proprio come due settimane fa in Spagna. Con una McLaren che lo asseconda così bene nessuna impresa è ora impossibile. Nemmeno rimontare un Fernando Alonso che oggi ha dovuto subire una battuta d'arresto più pesante di quella di Montmeló.
Innanzitutto perché in terra iberica era giunto secondo mentre oggi è finito addirittura dietro alle due Williams di Nick Heidfeld e Mark Webber. E poi anche perché la Renault non è parsa in gara così brillante come ci si sarebbe aspettato. Tra l'altro le vetture francesi hanno adottato la stessa tattica di una sola sosta come le due McLaren. Con risultati però inferiori: quinto è giunto Juan Pablo Montoya, davvero bravo nella rimonta dal fondo dello schieramento mentre Giancarlo Fisichella ha chiuso 12° rallentato da problemi nel finale. A punti le Ferrari con il settimo e l'ottavo posto di Michael Schumacher e Rubens Barrichello, mai però pericolose nei piani alti della corsa. In zona punti anche Ralf Schumacher, sesto.

La gara è stata soporifera per 25 giri con Raikkonen e Alonso in testa tallonati da Fisichella. Poi un testacoda di Albers ha scompaginato i piani di tutti. E' andato in testacoda alla discesa del Mirabeau creando un ingorgo in cui lo stesso Michael Schumacher ha perso l'alettone tamponando la Red Bull di Coulthard. E' entrata la Safety Car e alcuni sono rientrati ai box per i rifornimenti altri no. Tra questi Raikkonen che ha gestito il vantaggio accumulato con tanti giri veloci e ha chiuso alla grande davanti a tutti.
Gli altri si sono invece ritrovati tutti vicini e sono arrivati tanti duelli interessanti. Tra questi quello tra le due Williams di Heidfeld e Webber che sono riusciti a saltare Alonso nel finale. E anche Jarno Trulli è stato tra i protagonisti. L'abruzzese ha pagato dopo aver passato la Renault di Fisichella al 66° giro, probabilmente con troppa energia visto che salendo sul cordolo del Loews in frenata è sì riuscito a passare la Renault ma si è dovuto fermare poco dopo per problemi tecnici. E' ripartito ma ha chiuso decimo. Il Mondiale si fa ora sempre sempre più interessante: peccato che all'appello continui a mancare la Ferrari. 
 
Fonte: Gazzetta.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

23 maggio 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia