I camici bianchi siciliani varcano la Manica e approdano alla National Health Service

Anestesisti, otorinolaringoiatri, psichiatri, oncologi, dermatologi radiologi tra le figure ricercate

15 ottobre 2003
Un centinaio di camici bianchi siciliani  si sono presentati all'appello per candidarsi alle selezioni dell'Eures di Palermo. Il sistema sanitario nazionale britannico NHS, (National Health Service), infatti, ha bussato alla porta dell'Eures, il servizio europeo per l'impiego, per colmare la mancanza di doctors family e di  specialisti.

Dopo le selezioni di Roma, Milano, Pavia e Bologna  alla fine è toccato anche a  Palermo. Si cercano ben 1250 medici fra medici di famiglia e specialisti, fino a marzo 2005. Un processo di reclutamento lungo  6 mesi  che mira a trovare 6 medici in Sicilia che più si avvicinano alle esigenze del sistema sanitario nazionale inglese. Requisiti indispensabili: la conoscenza della lingua inglese e un'esperienza professionale di almeno 2-3 anni. La ricerca riguarda anche la Germania e la Spagna dove, ogni anno, migliaia di medici rimangono senza occupazione. La domanda di medici in Inghilterra è aumentata  perché il governo inglese ha di recente incrementato gli investimenti destinati alla sanità, per assicurare ai pazienti prestazioni con tempi di attesa più brevi, più ospedali e attrezzature di laboratorio e, quindi, più medici ma non ha fatto i conti con l'offerta professionale piuttosto ridotta.

Purtroppo le previsioni per il futuro non sono confortanti dato che i primi specialisti (consultants) e i medici di famiglia (Gps) usciranno dalle Università nell'arco dei prossimi 10-15 anni. Tra le figure specialistiche ricercate: anestesisti, otorinolaringoiatri, psichiatri, oncologi, dermatologi, medici d'urgenza, radiologi e oftalmologi. 
I selezionati sinora dagli incaricati del servizio sanitario inglese sono 354, di cui una ventina solo in Italia. Si tratta di un ottima opportunità per i giovani medici siciliani sia dal punto di vista professionale che economico. Per i medici di famiglia, infatti, lo stipendio iniziale è di 70 mila euro annui, mentre per gli specialisti va da 80 mila a 102 mila euro. Ovviamente c'è anche il rovescio della medaglia! Bisogna fare i conti, con le spese e il costo della vita, certamente più elevato rispetto all'Italia.
"Ho già vissuto e lavorato a Londra per nove mesi - racconta Andrea, 29 anni, specializzato in gastroenterologia  - e ho constatato che il training formativo e di avanzamento professionale è completamente diverso, sicuramente più semplice e qualificante per un medico".

Una volta scelti, i medici saranno inviati a compiere il loro percorso formativo negli ospedali. A curare le selezioni e occuparsi di dare informazioni sulle condizioni di lavoro e sui piani di reclutamento è stato il capo gruppo di NHS, Stephen Atherton, che ha curato le selezioni in collaborazione con l'ambasciata britannica el'euroconsigliere Gianfranco Badami che ha annunciato per marzo le prossime selezioni.

Per compilare il curriculum e per informazioni
http://www.bmjcareers.com
http://www.internationalrecruitment.nhs.uk
http://fellowships.tmpw.co.uk/index.asp.

Oppure teleforare all'Eures Sicilia allo 0916968517.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

15 ottobre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia