I giovani dell'Istituto Regina Margherita di Palermo ricordano la Shoah

Menzione speciale dal MIUR all'Istituto magistrale palermitano per il concorso "I giovani ricordano la Shoah"

21 gennaio 2020
I giovani dell'Istituto Regina Margherita di Palermo ricordano la Shoah

L'istituto Regina Margherita di Palermo ha ricevuto la Menzione Speciale (l'unica menzione speciale) dal MIUR e dall'Unione delle Comunità Ebraiche per il concorso nazionale "I giovani ricordano la Shoah" al quale hanno partecipato con il progetto: "Ricorda cosa ti hanno fatto in Auschwitz".

"Ricorda cosa ti hanno fatto in Auschwitz", progetto artistico dei ragazzi dell''istituto Regina Margherita di Palermo

Uno spettacolo multimediale artistico dove sono confluiti danza, musica, recitazione di testi tratti da Primo Levi e da Charlotte Delbo, ed immagini. Il punto di partenza del progetto è stata l'opera drammatica per nastro magnetico "Ricorda cosa ti hanno fatto in Auschwitz" (1966), del compositore veneziano Luigi Nono, la cui musica è caratterizzata dall'impegno sociale e politico. Individuata dal gruppo di lavoro della scuola come esempio emblematico nel mondo dell'arte, per la costruzione, la riflessione e l'interiorizzazione della memoria della Shoah.

"Ricorda cosa ti hanno fatto in Auschwitz", progetto artistico dei ragazzi dell''istituto Regina Margherita di Palermo

Hanno partecipato alla realizzazione del progetto danzatori-studenti delle classi 3 e 4P del liceo Coreutico Regina Margherita di Palermo e, a vario titolo, gli alunni delle classi 3LX, 5G del Liceo Linguistico e Musicale Regina Margherita di Palermo.
La Docente referente del progetto è la professoressa Gloria Patti le coreografie dello spettacolo sono della nota danzatrice palermitana Giovanna Velardi.

"Ricorda cosa ti hanno fatto in Auschwitz", progetto artistico dei ragazzi dell''istituto Regina Margherita di Palermo

La Commissione valutatrice del concorso "I giovani ricordano la Shoah", composta da rappresentanti del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, ha così motivato l'assegnazione del premio:
"La rappresentazione teatrale proposta nel video è il risultato di un approfondito lavoro di ricerca e del forte coinvolgimento degli alunni, sotto la guida dei loro insegnanti. Il filmato trasmette la tragicità della Shoah, attraverso l'impatto evocativo della musica, dell'allestimento coreutico e dell'interpretazione molto efficace dei ragazzi".

Due studenti insieme a due insegnanti parteciperanno alla cerimonia di premiazione, che si terrà presso il Palazzo del Quirinale nella mattina del 27 gennaio a Roma.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

21 gennaio 2020

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE