Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Il caro carburante rimane, ma i camionisti siciliani hanno sospeso i blocchi

Costituito un tavolo permanente alla Regione Siciliana con gli autotrasportatori e la GDO

25 febbraio 2022
Il caro carburante rimane, ma i camionisti siciliani hanno sospeso i blocchi
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Revoca dei presidi nei punti nevralgici e costituzione di un tavolo permanente alla Regione Siciliana con la partecipazione dei grandi e piccoli autotrasportatori e della committenza.

È quanto deciso a conclusione dell'incontro di ieri al PalaRegione di Catania, promosso dalla presidenza della Regione Siciliana e dall'assessorato ai Trasporti, tra organizzazioni sindacali e i grandi gruppi della grande distribuzione organizzata (Lidl, Eurospin, Md e gruppo Arena). Le aziende si sono impegnate, alla ripresa delle consegne, ad aumentare il pagamento del lavoro agli autotrasportatori che, con la Regione, saranno presenti al tavolo che sarà aperto dal governo a Roma.

Blocco al casello San Gregorio, Catania

"Dopo più di quarantotto ore di sciopero e disagi, gli autotrasportatori siciliani, accogliendo la richiesta del presidente Musumeci, hanno sospeso i blocchi stradali e preso l'impegno a riportare la situazione alla normalità - ha affermato Marco Falcone, assessore alle Infrastrutture e ai Trasporti della Regione Siciliana -. Il governo regionale li ringrazia per il senso di responsabilità che dimostrano nei confronti non solo delle realtà produttive, ma anche verso tutti i cittadini e le imprese dell'Isola".

I lavori del tavolo tecnico voluto dal governo Musumeci con autotrasportatori, produttori e rappresentati della Gdo è ripreso stamane per approfondire ulteriormente le proposte di accordo emerse dalle interlocuzioni fra le parti.

"La vertenza, infatti - ha sottolinea l'assessore -, rimane aperta e trova il pieno sostegno della Regione, poiché i problemi degli autotrasportatori restano tutti sul tappeto nella loro gravità. Il tavolo tecnico regionale rimane convocato in maniera permanente, per avanzare le proposte a Roma e tenere alta l'attenzione di tutti. Il governo Draghi infatti, non può girarsi dall'altra parte, ma deve invece intervenire in maniera strutturale in favore di un comparto che mai come oggi sta scontando il prezzo della crisi e dell'impennata dei costi, a iniziare dai carburanti".

"Siamo un po' contenti - ha spiegato il leader dell'Aias, Giuseppe Richichi - ma le nostre problematiche dovranno essere affrontate per definire le criticità e aiutare la categoria che si trova in grande difficoltà".

"Ha prevalso il buonsenso. La protesta dell'autotrasporto permane anche se i toni sono più pacati - ha detto Pino Bulla, vice presidente nazionale Assotir, sulla sospensione del blocco dei tir nell'Isola -. I tir hanno ricominciato a circolare nelle strade e autostrade della Sicilia per far fronte alle esigenze e a una maggiore serenità, soprattutto oggi, di persone e utenti. La risposta del governo centrale è attesa e determinante".

"Raggiunta l'intesa con il governo, Unatras si ritiene soddisfatta del risultato raggiunto, premettendo che era impossibile una norma specifica legata all'aumento dei carburanti - ha detto Salvatore Bella di Unatras -. In aggiunta ai 240 mln, vengono aggiunti altri 80 milioni sul Decreto Energia. Da domattina parte l'istruttoria per addivenire al tavolo sulle regole su esigibilità clausola gasolio su contratti scritti e verbali, soste, accesso al mkt, costi minimi, il tutto finalizzato a entrare a brevissimo in un nuovo decreto Infrastrutture e trasporti. Lo stato di agitazione è pertanto finito e i nostri automezzi riprenderanno subito  il lavoro".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

25 febbraio 2022
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia