Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

IL FUTURO

Cala il sipario sui Co.co.co. (Il Sole24Ore)

19 ottobre 2005
Un perimetro più preciso

Il contratto di lavoro a progetto.
Comprende uno o più progetti specifici, o programmi di lavoro, o fasi di esso, determinati dal committente e gestiti in autonomia dal collaboratore, nel rispetto del coordinamento con l'organizzazione del committente, indipendentemente dal tempo impiegato per l'esecuzione della attività lavorativa
I requisiti del contratto. Devono essere indicati: durata, determinata o determinabile, della prestazione di lavoro; indicazione del progetto o del programma di lavoro (o delle fasi di esso), individuato nel suo contenuto caratterizzante; corrispettivo e criteri per la sua determinazione, nonché tempi e modalità di pagamento e disciplina dei rimborsi spese. Nel contratto vanno segnalate anche le forme di coordinamento del lavoratore a progetto al committente sull'esecuzione, anche temporale, della prestazione lavorativa, che in ogni caso non possono essere tali da pregiudicarne l'autonomia nell'esecuzione dell'obbligazione lavorativa. Non devono mancare eventuali misure per la tutela della salute e sicurezza del collaboratore a progetto, fermo restando quanto disposto dall'articolo 66, comma 4
Le esclusioni. Possono proseguire con le modalità delle "vecchie" co.co.co: le collaborazioni occasionali, quando rese per non più di 30 giorni nel corso dell'anno solare con lo stesso committente e purché il compenso percepito nel medesimo anno solare non sia superiore a euro 5mila; i rapporti di collaborazione con persone che percepiscono la pensione di vecchiaia; le prestazioni rese nell'ambito di professioni intellettuali per le quali è necessaria l'iscrizione in albi professionali; i rapporti e le attività di collaborazione coordinata e continuativa comunque rese e utilizzate a fini istituzionali in favore delle associazioni e società sportive dilettantistiche affiliate alle federazioni sportive nazionali, alle discipline sportive associate e agli enti di promozione sportiva riconosciute dal Coni; l'attività svolta dai componenti degli organi di amministrazione e controllo delle società e dai partecipanti a collegi e commissioni.

www.ilsole24ore.com

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

19 ottobre 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia