Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Il governatore andrà avanti lo stesso

Raffale Lombardo smonta l'ipotesi di possibili elezioni anticipate anche in Sicilia

17 novembre 2010

L'eventuale voto per le politiche potrebbe determinare la fine anticipata anche della XV legislatura regionale in Sicilia. Nel Pdl, infatti, molti ragionano sull'ipotesi di dimissioni da parte del governatore Raffaele Lombardo (Mpa) nel caso di una sua elezione nazionale e di un suo maggiore coinvolgimento politico. In questo scenario, il Pdl ritiene che per le regionali si potrebbe votare nell'autunno del 2011. "E' scontato che Lombardo si candidi alle politiche per fare da traino alla sua lista", ha detto uno dei tre coordinatori provinciali e deputato regionale del Pdl Salvino Caputo, durante la presentazione a Palermo dei nuovi assetti del partito che dopo due anni di vuoto ha nominato i dirigenti del coordinamento di Palermo e provincia. "E in caso di elezione - ha aggiunto l'altro coordinatore provinciale, anche lui deputato regionale, Francesco Scoma - Lombardo dovrà scegliere se andare a Roma o continuare a fare il presidente; su questa scelta peserà l'esito delle consultazioni".

Riguardo all'ipotesi che anche nell'isola si vada al voto anticipato nel caso di elezioni politiche di primavera, il presidente della Lombardo ha risposto al Tgr Sicilia con un chiaro: "Assolutamente no". "Abbiamo proceduto anche quando c'era un equilibrio forte a livello nazionale, il governo era solido - ha aggiunto Lombardo - A maggior ragione procediamo oggi, facendo chiarezza e sgomberando il campo dai mille equivoci e dai tanti attacchi".
Il governatore siciliano e leader dell'Mpa, in un'intervista a Il Mattino, prendendo orgogliosamente spunto dal caso Sicilia ha poi affermato che la sua linea politica potrebbe essere un esempio positivo da seguire anche nel resto del Paese. "In Sicilia abbiamo dimostrato che si può governare senza il Pdl e ce la caviamo molto bene. Possiamo andare avanti così anche a Roma per realizzare innanzitutto la riforma di una legge elettorale che è alla base della degenerazione della politica".
Il voto anticipato, secondo il governatore della Sicilia, sarebbe invece "un castigo di Dio". "Le elezioni sarebbero fatali per l'Italia - ha aggiunto - ma sono fiducioso che nasca un nuovo governo". Senza il Pdl e con il Pd? "Perchè no?", risponde Lombardo, chiedendosi "perchè non ci stia anche il Pdl". "Nessun avrebbe preclusioni - sostiene al riguardo - nemmeno sugli uomini che dovrebbero guidare il governo". Resta il "rammarico" per come è finito il suo rapporto con il premier Berlusconi. "Ha delegato tante, troppe cose, e non solo in Sicilia - ha detto infine Lombardo - non sarebbe finita così se avesse curato di più il partito e il governo".

Intanto i coordinatori e i dirigenti del Pdl di Palermo parteciperanno alla manifestazione organizzata a Palermo per sabato prossimo dalla Giovane Italia, il movimento giovanile del Popolo delle libertà, "contro il governo Lombardo-Fini-Bersani". Ad annunciarlo il co-coordinatore cittadino del Pdl, Gianpiero Cannella. Per il 12 dicembre invece il Pdl sta organizzando un'assise, a Palermo, di tutti i dirigenti del partito della provincia.
Sempre i militanti della Giovane Italia, nella notte a Palermo hanno apposto sigilli simbolici, con il nastro bianco e rosso, a quattro assessorati regionali, governati da tecnici ritenuti in quota Pd: Lavoro, Infrastrutture, Attività produttive ed Energia.
Davanti gli assessorati sono stati lasciati anche dei volantini con slogan: "In nome del popolo siciliano sovrano, assessorato sotto sequestro", "No al ribaltone" e "Contro il malgoverno, per un vero sviluppo della Sicilia".
"Il nostro è un gesto simbolico ma dal sapore fortemente provocatorio - dicono Nino Costa e Gianfranco Arone presidente e coordinatore provinciale di Giovane Italia Palermo - per protestare contro il vergognoso ribaltone che ha portato il Pd, sconfitto elettoralmente nel 2008, a indicare ben quattro assessori".

[Informazioni tratte da Ansa, La Siciliaweb.it]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 novembre 2010
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE