Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
 Cookie

Il grande rogo di Bellolampo

Apparentemente domato ieri pomeriggio, nella notte le fiamme hanno ripreso forza

31 luglio 2012


Foto GeaPress.org

Il rogo scoppiato domenica all'interno della discarica di Bellolampo, a Palermo, e che ieri pomeriggio sembrava definitivamente spento, nella notte ha ripreso a divampare. La situazione è "sotto controllo", fanno sapere dalla Forestale, ma è stato richiesto l'intervento di un Canadair. Ieri la discarica è stata chiusa e per i prossimi dieci giorni i rifiuti verranno conferiti nel trapanese. L'incendio era stato giudicato spento ieri intorno alle 18, dopo un'intera giornata di emergenza.

Al momento sono esclusi pericoli di nubi di diossina. "Sia l'Arpa sia i Vigili del fuoco, che hanno eseguito indagini sulla qualità dell'aria, hanno escluso il rischio di tossicità da diossina della nube che si è sprigionata dall'incendio", ha spiegato l'assessore comunale alle partecipate Cesare La Piana che ieri ha partecipato a un'unità di crisi.
Ieri mattina anche le dichiarazioni del sindaco Leoluca Orlando erano state molto più rassicuranti: il nucleo specializzato dei vigili del fuoco ha costantemente monitorato la qualità dell'aria "per verificare se dall'incendio si stesse sprigionando diossina - aveva detto Orlando - cosa che per fortuna non è avvenuta, anche se è ovviamente innegabile il peggioramento della qualità dell'aria nelle zone limitrofe alla discarica e nei quartieri della zona ovest della città".
"È chiaro - ha spiegato il commissario straordinario dell'Agenzia per la protezione ambientale, Salvatore Cocina - che si sprigionano sostanze tossiche, il punto è stabilire se le quantità nell'aria sono pericolose. Lo sapremo nei prossimi giorni. Dipenderà molto anche dalle condizioni atmosferiche, il vento potrebbe aiutare a disperdere la diossina".
L'Arpa Sicilia ha poi precisato che in caso di incendi di rifiuti solidi urbani, come in questo caso, considerata la rapida dispersione anche per effetto dei venti, è da escludersi la formazione di diossine in concentrazioni significative ed analiticamente rilevabili in aria. Intanto l'analisi del campione di aria prelevato nella notte scorsa ha messo in luce la presenza dei contaminanti tipici rilevabili nel caso di incendi (benzene, toluene, etilbenzene, stirene).
"L'analisi delle diossine, che richiede tempi tecnici più lunghi - ha aggiunto l'assessore regionale all'Ambiente, Alessandro Aricò -, sarà eseguita nei prossimi giorni a scopo cautelativo, sul suolo e sul particolato".

Durante la riunione dell'unità di crisi si è stabilito che il conferimento dei rifiuti della città sia spostato provvisoriamente in altre discariche e che già oggi si riunisca un tavolo tecnico per una verifica dei tempi e delle necessità per la ripresa operativa dell'impianto di Bellolampo. "Speriamo che l'interruzione duri al massimo 10 giorni - ha affermato Lapiana - durante i quali comunque la raccolta sarà garantita. Soltanto oggi e domani vi saranno dei ritardi perché tutti i compattatori sono rimasti pieni e fermi da ieri e quindi sarà necessario svuotarli prima che possano riprendere la raccolta, che ripartirà domani nel tardo pomeriggio".

Intanto la Procura di Palermo ha aperto un'indagine. Il rogo sarebbe doloso. Nella quinta vasca sono stati trovati 2 focolai dai quali le fiamme si sono propagate. L'Arpa, incaricata delle indagini, insieme alla polizia, dal procuratore aggiunto Ignazio de Francisci e dal pm Geri Ferrara, ha inoltre accertato che la discarica è senza sistema antincendio. Il reato ipotizzato è incendio e il fascicolo è a carico di ignoti.

[Informazioni tratte da ANSA, Lasiciliaweb.it, Repubblica/Palermo.it, Corriere del Mezzogiorno]

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

31 luglio 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia