Il gruppo bancario Capitalia dismette 29 sportelli del Banco di Sicilia

Il grande gruppo, operativo dal luglio 2002, che dispone di una rete di sportelli distribuiti su tutto il territorio

20 gennaio 2003
Il gruppo Capitalia è operativo dal luglio del 2002 in seguito all'integrazione di Bipop-Carire con Banca di Roma.

Del Gruppo Bancario Capitalia fanno parte: Banca di Roma, Banco di Sicilia, Bipop Carire, Mcc, Fineco Group, ed altre importanti società già protagoniste nel panorama creditizio e finanziario nazionale ed internazionale.

Il Gruppo Bancario Capitalia dispone di una rete di sportelli distribuiti su tutto il territorio nazionale; all'estero può contare su una consolidata presenza di filiali e uffici di rappresentanza, che permettono di essere in ogni momento protagonisti attivi su tutti i principali mercati internazionali.

La denominazione ''Capitalia'' deriva dall'insieme dei valori che hanno presieduto alla creazione della holding, tutti immediatamente percepibili dalle assonanze e dalle evocazioni che scaturiscono da questo marchio: l'identità nazionale del gruppo, e al tempo stesso, la sua internazionalità evidente nell'ampiezza del ruolo assunto; il concetto di ''capitale'' riferito sia all'importanza sia alla consistenza finanziaria quale motore fondamentale dell’economia e perno per la creazione di valore.

Capitalia è nata dalla valorizzazione delle professionalità e dei punti di forza delle realtà pre-esistenti ponendosi come gruppo leader nella raccolta e nella gestione del risparmio.

Presente su tutto il territorio nazionale può contare su 2.100 sportelli, può essere considerato il 3° operatore italiano per numero di promotori – circa 3.000 - il 3° operatore italiano per la raccolta dei premi vita.
Capitalia si caratterizza per il nuovo modello organizzativo in grado di creare un presidio commerciale su tre elementi importanti: i clienti, i diversi canali che garantiscono il rapporto con il cliente, una piattaforma di prodotti e servizi sempre più ampi e competitivi.

I principali azionisti di Capitalia sono:  Fondazione Cassa di Risparmio di Roma 10,96%, Toro Assicurazioni SpA 6,61%, ABN AMRO NV 6,61%, Regione Siciliana 3,36%, Mauro Ardesi/Garfin 3,28%, Fondazione Banco di Sicilia 3,23%, Fondazione Mondadori 3,19%, Libyan Arab Foreign Bank 3,04%, La Fondiaria Assicurazioni SpA 2,13%, Reale Mutua 1,58%, Schroder Investment Management Ltd. 1,33%.

Capitalia, che nel 2002 ha inglobato il Banco di Sicilia, in questi giorni ha avuto un gran da fare per dismettere gli sportelli del famoso Banco.
Cinque sono le banche che nei giorni scorsi si sono aggiudicate i 29 sportelli del Banco di Sicilia distribuiti fuori dall’Isola. L’operazione di dismissione ha coinvolto 306 dipendenti che seguiranno, almeno per il momento, le sorti degli sportelli. La Unipol Banca ha rilevato dieci filiali del Nord mentre la Banca Carige ha acquisito gli sportelli di Ancona, Ascoli Piceno, Bari, Latina.

Franco Re della Fisac-Cgil ha affermato che ora sarà necessario provvedere alla tutela degli impiegati: salari, previdenza, livelli di inquadramento ed eventuale processo di mobilità.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

20 gennaio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia