Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
 Cookie

Il Nuovo centrodestra all'Ars

Schifani battezza la nascita del Ncd all'Ars e sottolinea: "Nessun patto col governo Crocetta"

08 gennaio 2014

L’Assemblea regionale siciliana ha un nuovo gruppo parlamentare: è quello del Nuovo centrodestra, tenuto a battesimo ieri dal presidente del Comitato promotore del Ncd, Renato Schifani. La costituzione del gruppo è stata presentata in conferenza stampa, alla presenza dei deputati regionali, del sottosegretario Simona Vicari e dei coordinatori Dore Misuraca e Giuseppe Castiglione. Ne fanno parte sette parlamentari che lasciano dunque il gruppo del Pdl: Nino D'Asero, Francesco Cascio, Vincenzo Vinciullo, Pietro Alongi, Vincenzo Fontana, Nino Germanà e Giuseppe Milazzo.

"Il Nuovo centrodestra in Sicilia era opposizione e rimane opposizione, stimolando il governo Crocetta, che non ha una maggioranza politica ma solo d'aula - ha spiegato Schifani -. Soltanto in casi eccezionali, come è accaduto per la vicenda dei precari degli enti locali e come potrebbe accadere per le riforme strutturali o in casi eccezionali, non ci sottrarremo al confronto. Non chiediamo nulla, non abbiamo bisogno di posti né di intese sottobanco e quando sarà il caso denunceremo anomalie e scorrettezze, come compete a un gruppo d'opposizione".
Schifani ha aggiunto: "Nessun patto col governo Crocetta, il segretario del Pd Giuseppe Lupo può dormire sonni tranquilli: non vogliamo partecipare a balletti. Non ho nulla di personale nei confronti di Crocetta. Ha vinto le elezioni senza avere una maggioranza parlamentare, un'anatra zoppa come si dice. Poi è riuscito a ottenere i numeri in aula attraverso accordi con i singoli parlamentari o grazie alla nascita di nuovi gruppi. Tutti i governi che nascono in questo modo sono destinati a essere asfittici".

L’ex presidente del Senato ha poi annunciato che si riunirà entro marzo l'Assemblea costituente del Nuovo centrodestra, di cui faranno parte con diritto di voto i presidenti dei circoli, per l'approvazione dello statuto, al quale sta lavorando una apposita commissione che sottoporrà il testo prima al Comitato promotore del partito. Schifani ha spiegato che in questa fase di transizione il partito a livello territoriale sarà gestito da "traghettatori" che si avvarranno di tavoli regionali. "Elemento fondamentale dello statuto sarà l'elezione dal basso dei coordinatori", ha aggiunto Schifani. [Informazioni tratte da Lasiciliaweb.it]

- Come una nave in cattive acque... (Guidasicilia.it, 07/01/14)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

08 gennaio 2014
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia