Il ''partenariato economico e sociale'' minaccia di intraprendere azioni contro la Regione siciliana

11 settembre 2007

Protesta il ''partenariato economico e sociale'', le 23 sigle sindacali che nel giugno scorso hanno raggiunto un accordo in tema di programmazione col governo della Regione. E con una lettera spedita ieri mattina all'indirizzo del governatore Salvatore Cuffaro, inviata anche agli assessori e ai dirigenti generali dell'amministrazione regionale, minaccia di ''intraprendere le azioni più opportune per il ripristino delle regole sottoscritte dalle parti e sancite anche dai regolamenti comunitari''.
A scatenare il malcontento di sindacati e imprese, i ''dubbi circa la reale volontà'' di Palazzo d'Orleans di ''concretizzare la crescita civile, economica e sociale'' del territorio siciliano. E, in particolare, il fatto che il partenariato sia stato ''escluso dal dialogo sul Dpef e da quello relativo alla Strategia di Lisbona''. In questo caso, si legge nella lettera, ''sono state consultate in maniera frammentata solo alcune rappresentanze'' sociali.

Inoltre, denunciano i 23 firmatari, la Regione non ha ancora provveduto, nonostante l'impegno assunto col protocollo di giugno, alle nomine riguardanti la ''segreteria del forum'' e ''l'ufficio del partneriato''. E per di più, ''non si rileva un reale coordinamento'' sul fronte della programmazione economica e sociale, all'interno dell'amministrazione della Regione. Cosa già avvenuta al tempo della gestione dei fondi strutturali 2000-2006, con i ''risultati deludenti'' che sono sotto gli occhi di tutti. Il protocollo di giugno ha definito l'architettura del tavolo della concertazione. Istituisce il ''forum del partneriato'', che disporrà di una ''segreteria del forum'' e dei cosiddetti ''tavoli tecnici'', su temi o questioni specifiche.

Umberto Ginestra

- www.cislsicilia.net

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

11 settembre 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia