Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Il più potente tifone che si sia mai abbattuto sulla terraferma

Il tifone Haiyan ha lasciato dietro di sé morte, distruzione e disperazione

11 novembre 2013

Città devastate, migliaia di morti e di sfollati che vagano alla ricerca di aiuto. È un disastro di proporzioni mai viste quello che il tifone Haiyan, il più potente che si sia mai abbattuto sulla terraferma, ha lasciato dietro di sé nelle Filippine.
Una catastrofe che col passare delle ore assume le dimensioni di un'ecatombe: il bilancio dei morti, purtroppo destinato a salire, parla di almeno 10mila vittime solo a Tacloban e di centinaia di altri in altre zone. Quattro milioni di abitanti sono stati colpiti dalle devastazioni causate dal tifone e centinaia di migliaia sono le persone sfollate che stanno cercando di sopravvivere senza cibo, ripari o acqua potabile.

La comunità internazionale ha avviato una gigantesca operazione di soccorso ma le squadre intervenute hanno avuto enormi difficoltà a raggiungere le zone interessate. "Ci sono persone morte ovunque, distruzioni enormi", spiega il capo della Croce Rossa filippina, Richard Gordon parlando con la BBC. "E' un caos assoluto ora, ma si spera che la situazione migliori con l'arrivo poco a poco in tutte le zone di generi di prima necessità". Le strade di accesso ora sono state perlopiù sgombrate e le zone più colpite sono state raggiunte: "Solo ora hanno potuto raggiungere quelle regioni e stiamo cominciando a far arrivare il cibo necessario, così come l'acqua".

Ai danni si aggiunge il pericolo sciacalli. Nelle zone devastate da ieri si stanno infatti registrando saccheggi e assalti agli aiuti. Il presidente Benigno Aquino ha assicurato ai sopravvissuti che il governo sta aumentando gli aiuti e chiesto alla popolazione di cooperare e mantenere la calma. "Il governo nazionale prenderà temporaneamente il controllo su quelli locali e nominerà persone agli incarichi rimasti vacanti", ha detto.

Dopo aver flagellato le Filippine, Haiyan si è quindi diretto verso il Vietnam e la Cina, dove ha provocato 3 morti. Almeno 39mila persone erano state evacuate in previsione dell'arrivo delle piogge torrenziali e dei forti venti che hanno raggiunto la provincia meridionale di Hainan. Nel passaggio al Vietnam il tifone aveva perso di intensità e quando ha raggiunto la Cina era stato classificato come tempesta tropicale. Malgrado questo decine di case sono state distrutte, altre centinaia hanno subito danni in tutta la provincia dove si ritiene che 480mila persone siano state in qualche modo colpite. Le vittime sono tre ma mancano all'appello i 7 uomini dell'equipaggio di una nave cargo. Il maltempo ha colpito anche le vicine province meridionali di Guangxi e Guangdong. La tempesta si era precedentemente abbattuta in Vietnam sulla provincia di Quang Ninh, 160 chilometri a nord di Hanoi con piogge torrenziali. Dieci persone sono morte e 67 sono rimaste ferite nel paese nelle ore precedenti l'arrivo del tifone. [Adnkronos/Ign]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

11 novembre 2013
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE