Il Premio Cinemae 2002 a ''Sé'', un corto di Giuseppe Gigliorosso

03 luglio 2002
La giuria del "Premio Cinemae 2002" era presieduta dal fotografo Oliviero Toscani, e composta, fra gli altri, da Ferzan Ozpetek e l'attrice Iaia Forte.

Il Festival internazionale dedicato ai giovani autori italiani ha premiato il cortometraggio "Sé" del palermitano Giuseppe Gigliorosso.

Il corto di Gigliorosso è stato scelto fra otto opere di altrettanti registi esordienti rimasti in gara. Gigliorosso, regista quarantatreenne, lavora alla Rai come giornalista telecineoperatore.

Ha cominciato nell'85 con la regia di "L'uomo dal fiore in bocca", tratta dalla novella di Pirandello, e poi, attraverso "Filologia", una riduzione cinematografica della novella di Sciascia, fino ai recenti "Solano" e "Due testimoni per un cane".

In sedici minuti, "Sé" racconta, a colori, una caldissima giornata estiva, vissuta nella quotidianità di una casa popolare palermitana. Nel cast, Stefania Mulè, Nicolò Bellavista e Rosalba Bologna.

"Sé" è stato anche selezionato al cinquantatreesimo Festival Internazionale del cortometraggio di Montecatini Terme che si svolgerà dal 7 al 14 luglio.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

03 luglio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia