Il prezioso carrubo sta pagando le conseguenze della siccità siciliana

Nel 2003 la produzione è dimezzata e si pensa che il calo si possa ripetere l'anno prossimo

04 settembre 2003
E' il carrubo a pagare le conseguenze della siccità siciliana degli anni scorsi. Per il 2003 la produzione è dimezzata con un raccolto che si prevede inferiore ai 20 quintali per ettaro, contro la media di 50.
E non basta. Lo stato di salute delle piante fa presagire che questo fenomeno si ripeta anche per la prossima annata, provocando un notevole, ma ancora non stimabile, danno economico.

La maggiore concentrazione di carrubo - rileva la Coldiretti Siciliana - si ha a Ragusa e Siracusa. Nella zona iblea, in particolare, sono state censite circa 300 mila piante su una superficie di Ha 5.860, con una media di circa 50 piante ad ettaro. Le varietà più diffuse in Sicilia sono la ''Latinissima'', la ''Racemosa'', la ''Morescona'', la ''Saccarata'' e la ''Falcata''.

Dal nome arabo Kharrub, la pianta può raggiungere anche i 12 metri, non richiede particolari cure. Il frutto, secondo una tradizione che risale alla fine dell' 800, viene utilizzato la preparazione dell'alcol grazie per la presenza di zuccheri riduttori totali. Del carrubo, insomma, non si butta nulla.

''La polpa - evidenzia ancora l'organizzazione agricola - viene assorbita dall'industria mangimistica e, in piccola parte, direttamente dagli allevatori così come la carrubina ottenuta dalle carrube macinate e polverizzate. Oltre al carcao, un succedaneo del cacao, dal carrubo si ricava la farina di semi, ricca di addensante, usata nell'industria alimentare per la capacità di offrire ai gelati, alle creme e marmellate una struttura uniforme impedendo la formazione di cristalli di ghiaccio e accrescerne la cremosità e la spalmabilità.

Fonte: Ansa

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

04 settembre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia