Il progetto interministeriale ''Lavoro&Sviluppo'' presente allo Smau 2005 di Milano

Da l primo ottobre il progetto ha già avviato 168 percorsi formativi e contattato 3.450 imprese

21 ottobre 2005

Fino al 23 ottobre anche ''Lavoro&Sviluppo'' sarà presente alla 42esima edizione dello Smau, la manifestazione destinata a fornire un servizio mirato a chi opera nel settore dell'ICT, che si svolge presso la Fiera di Milano. Al progetto ''Lavoro&Sviluppo'' è dedicato un angolo presso lo stand del Ministero delle Attività Produttive. Il programma, infatti, è frutto di un accordo tra il Ministero delle Attività Produttive e il Ministero del Welfare ed è realizzato dall'agenzia tecnica Italia Lavoro, con la collaborazione dell'Istituto per la promozione industriale (Ipi).

''Lavoro&Sviluppo'' si rivolge alle imprese beneficiarie di agevolazioni del Programma operativo nazionale - Sviluppo imprenditoriale locale (Pon-Sil), puntando a favorire un più efficace incontro tra domanda e offerta di lavoro qualificato, attraverso azioni formative on the job, realizzate sulla base dei fabbisogni delle imprese. L'obiettivo è quello di fornire nuove opportunità di formazione e inserimento al lavoro per 2.000 disoccupati e lavoratori svantaggiati di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia. Oltre il 60% di questi troverà un'occupazione stabile nell'azienda che ha ospitato l'attività di formazione.
Incoraggianti i primi risultati ottenuti in questi primi mesi di attività. Al 1° ottobre, infatti, sono stati avviati 168 percorsi formativi e contattate 3.450 aziende, appartenenti ai settori manifatturiero (circa l'80%), costruzioni, Ict e servizi alle imprese e, in misura minore, trasporti, turismo e servizi.

''Quella di 'Lavoro&Sviluppo' - afferma l'amministratore delegato di Italia Lavoro, Natale Forlani - si conferma un'azione positiva e quanto mai necessaria. A una concreta possibilità di inserimento al lavoro per i disoccupati del Mezzogiorno, infatti, si coniuga, grazie alla presenza del Ministero delle Attività Produttive, una politica di investimento verso le aziende, dalla selezione e formazione del personale all'individuazione di soggetti idonei con attività di preselezione, con il supporto dei centri per l'impiego. Un'iniziativa che va a colmare uno dei buchi neri del sistema Italia. Entro dicembre - annuncia Forlani - ben 1.000 giovani disoccupati troveranno un'occasione per entrare nel mondo del lavoro''.
''L'Ipi, che collabora con il Map nell'attuazione del Programma Operativo Nazionale-Sviluppo Imprenditoriale Locale 2000-2006, ha contribuito ad elaborare questa concreta ed innovativa 'Azione di Sistema' '', spiega il direttore generale dell'Ipi , Luigi Corbò. ''Un'azione che, per la prima volta - ribadisce - ha integrato concretamente le politiche per lo sviluppo delle imprese industriali con interventi di politica attiva del lavoro, rispondendo alle esigenze più volte manifestate dalle imprese. L'attenzione e l'impegno dell'Ipi nel progetto - conclude Corbò - sono oggi rivolti a promuovere e riproporre tali interventi anche nella nuova programmazione delle risorse comunitarie 2007-2013''.

Inizialmente, il progetto aveva previsto tre tipologie di intervento: i Tirocini formativi 'di andata e ritorno' (della durata di 5 mesi, di cui 3 in imprese del Nord e 2 al Sud), i Percorsi di occupabilità per lavoratori svantaggiati (Pols), brevi tirocini di inserimento di 2 mesi e mezzo, e i Pacchetti individuali di inserimento al lavoro per lavoratori svantaggiati (Pils), vale a dire percorsi di formazione di 400 ore.
In seguito, però, si è pensato di venire incontro anche a quei casi (circa il 30%, secondo le prime stime) in cui si riscontra una reale difficoltà a intercettare il personale 'giusto' per i profili professionali richiesti dalle imprese. Soprattutto in certi territori, infatti, scarseggiano lavoratori con competenze specialistiche qualificate. Per questo ''Lavoro&Sviluppo'' ha introdotto un nuovo strumento, il Percorso per lo sviluppo delle competenze (Pesc), grazie al quale sarà possibile soddisfare tutti i fabbisogni professionali delle imprese, integrando il tirocinio presso aziende del Centro-Nord con interventi di qualificazione professionale tarati sulle esigenze delle imprese.

INFO
Numero verde del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali 800.196.196
http://lavoroesviluppo.welfare.gov.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

21 ottobre 2005

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia