Il ragazzo morto a Messina; ''Quella tragedia poteva essere evitata''

Il ricordo è ancora troppo fresco, ma non riesco proprio a consolarmi...

10 agosto 2001

Santo Currò è il padre di Tonino, il giovane dilaniato da una bomba carta durante la finale dei playoff della partita Messina-Catania, lo scorso 17 giugno.

Il ragazzo è morto dopo quindici giorni di agonia al Policlinico di Messina, ma quella tragedia assurda è rimasta ancora impunita.

Oggi nelle sue parole vi è solo sfiducia.

Il fatto che solo ora la legge sulla violenza negli stadi stia per essere approvata gli provoca un senso di rabbia: "… ora che hanno ucciso Tonino stanno cercando i rimedi... mi dispiace, per me è troppo tardi. Dovevano farlo prima se volevano evitare certe disgrazie, ma forse avevano altro a cui pensare".

"… non me ne importa nulla. Forse perché il ricordo è ancora troppo fresco, ma non riesco proprio a consolarmi. Io lo avevo detto subito, quando accadde la tragedia. Vedrete che adesso faranno delle leggi, cercheranno delle soluzioni. Ma è troppo comodo. La violenza negli stadi c'era anche prima, e se si fosse intervenuti per tempo Tonino sarebbe ancora qui".

"… sono molto deluso … ho capito che la giustizia non è dalla mia parte. Nessuno finora ha pagato ma io credo che le misure di sicurezza potevano essere più incisive".

"…il giorno in cui è stato ferito mio figlio è stato consentito ai tifosi del Catania di portare di tutto dentro lo stadio. C'erano bombe, petardi, razzi, bulloni.... Ma nessuno ha pensato a perquisire quella gente prima? E come mai fra loro c'erano anche dei tifosi diffidati che non avrebbero potuto mettere piede in uno stadio? E perché sono stati fatti entrare al "Celeste" un'ora e mezzo prima della partita? Così hanno avuto tutto il tempo di scatenarsi e di uccidere Tonino".
Perchè?

Intanto l'assassino è ancora libero.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

10 agosto 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia