Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Il vaccino italiano anti-aids passa alla fase II

Il siero dell'Istituto Superiore di Sanità è sicuro: si va avanti con la sperimentazione

03 luglio 2008

Via libera alla fase II della sperimentazione del vaccino italiano anti-Aids messo a punto dal gruppo dell'Istituto Superiore di Sanità coordinato dalla biologa Barbara Ensoli, responsabile del centro nazionale Aids del Iss. "Il vaccino fino ad ora è stato riscontrato sicuro", ha detto la direttice Ensoli, che ha dato ieri l'annuncio a Roma.
I primi studi non hanno fatto emergere effetti tossici, quindi il siero italiano contro l'Hiv basato sulla proteina Tat, passerà alla fase II. "I test - ha detto Barbara Ensoli - partiranno a breve, scaglionati nei dieci centri coinvolti nella sperimentazione. Saranno arruolate 128 persone sieropositive di età compresa fra 18 e 55 anni, sia uomini che donne".

Le persone arruolate nella sperimentazione saranno sieropositive al virus Hiv e sotto terapia antiretrovirale (Haart), con virus non più evidenziabile e un numero di cellule immunitarie Cd4 uguale o superiore a 400. "L'obbiettivo - ha detto ancora Ensoli - è andare a guardare la risposta immunitaria". La sperimentazione del vaccino italiano, finanziata complessivamente con 21 milioni di euro, viene condotta in questa seconda fase in dieci centri coordinati dal Policlinico di Modena e che si trovano a Torino, Milano, Brescia, Ferrara, Firenze, Roma, Latina e Bari (per quest'ultimo è atteso l'ok del comitato etico entro luglio). La durata prevista per questa seconda fase è di un anno (6 mesi per il trattamento più 6 per i controlli).
"Finalmente ora tutto è pronto per partire dopo una lunghissima attesa - ha detto Ensoli - dovuta soprattutto alle difficoltà nel reperire i fondi e nel cercare in Italia la struttura per produrre un vaccino interamente finanziato dal pubblico". "E' già un grande risultato - continua Ensoli - Altri vaccini sono già stati utilizzati in sperimentazioni cliniche di fase II/III e hanno fallito nel proteggere dall'infezione. Le prove formali che la vaccinazione possa rappresentare un trattamento efficace contro la malattia le avremo solo con gli studi della Fase III. Nel frattempo l'unica certezza che abbiamo è quella della prevenzione: usare il preservativo, che può salvare la vita".

Al via dal ministero del Lavoro, Salute e politiche sociali un bando da 10 milioni di euro per la ricerca sull'Aids, ha annunciato il sottosegretario Ferruccio Fazio, intervenendo nell'incontro per annunciare l'avvio della seconda fase della sperimentazione del vaccino. Entro l'estate, ha detto Fazio, la commissione Aids del ministero nominerà la sottocommissione che dovrà indicare i temi di ricerca. I bandi potranno quindi essere pronti per il prossimo autunno. "I temi di ricerca - ha detto Fazio - dovranno essere traslazionali, ossia dovranno prevedere applicazioni nel medio-lungo periodo dal banco del laboratorio al letto del paziente". Prevenzione, epidemiologia, diagnosi e terapia saranno i temi previsti nel bando. I progetti saranno esaminati da una commissione internazionale basata sul meccanismo del peer review, ossia del giudizio fra pari, e si prevedono, paletti ha concluso Fazio, come un finanziamento minimo di 100 mila euro e la raccomandazione ai revisori di non accettare finte cordate o accorpamenti.

Una nuova campagna di prevenzione dell'Aids è allo studio del Ministero di Lavoro, Salute e Politiche sociali, ha detto Fazio. Oltre alla campagna anti-Aids, è allo studio una nuova campagna contro il fumo. Sulla campagna per la prevenzione dell'Aids, ancora tutta da definire, Fazio ha osservato che l'obiettivo è "mettere a conoscenza del rischio reale". E' vero, ha aggiunto, che nei paesi occidentali l'Aids non è più un'emergenza, "ma si osserva una ripresa delle infezioni fra eterosessuali e omosessuali, segno di una ridotta percezione del rischio".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

03 luglio 2008
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE