Il week-end da ''bollino nero''. Sono i giorni del più grande esodo estivo: in viaggio oltre 11 milioni di italiani

04 agosto 2007

E' iniziato ieri, venerdì 3 agosto, il ''grande esodo estivo'', che per la prima volta viene segnato con un ''Bollino Nero'' per il traffico sulle autostrade italiane. In questo primo fine settimana di agosto ci saranno, secondo Autostrade per l'Italia, le massime concentrazioni di traffico dell'intero periodo estivo: si prevedono oltre 11 milioni di veicoli in circolazione sulla rete del Gruppo Autostrade. Con la chiusura delle fabbriche e di gran parte delle attività lavorative, le città si svuoteranno e gli spostamenti saranno di lunga percorrenza nella direttrice nord-sud.
Si è partiti ieri, con il ''Bollino Rosso'' valido dalle ore 14:00 fino a tutta la notte; per oggi, sabato, 4 agosto il livello si innalzerà a ''Bollino Nero'' dalle ore 06:00 alle 22:00; Domani, il livello di guardi si abbasserà a ''Bollino Giallo'' fino al primo pomeriggio.
Oggi e domani i mezzi pesanti non potranno viaggiare dalle ore 07:00 alle 24:00. Le autostrade più trafficate saranno l'Autosole (da Milano a Napoli), l'A14 Adriatica (in direzione Ancona), i tratti liguri, verso le riviere di Ponente e Levante, l'A4 in direzione Venezia, dove quest'estate si viaggia a 4 corsie tra la Tangenziale Est di Milano e Bergamo. Flussi elevati anche sull'A3 Napoli-Salerno e sull'A30 Caserta-Salerno verso la Calabria. Traffico intenso, infine, ai valichi di frontiera con Slovenia, Francia, Svizzera e Austria, sia in uscita dall'Italia che in entrata per l'arrivo di numerosi turisti stranieri. In concomitanza con gli orari dei traghetti diretti in Sardegna, Corsica ed Elba, sono previsti molti automobilisti alle barriere di Genova Ovest (A7) e alle uscite di Civitavecchia e di Rosignano Marittimo (A12). Traffico intenso anche nei tratti stradali che portano agli imbarcaderi dei Villa San Giovanni e di Messina.

La società Autostrade ha rafforzato i presidi su strada per fornire assistenza e un servizio di pronto intervento in caso di necessità. Il monitoraggio della rete è supportato da oltre 1700 telecamere, controllate da 16 Centri Radio Informativi, dislocati sull'intero territorio nazionale.
Inoltre sono stati rimossi i cantieri di lavoro: a rimanere aperti saranno solo quelli legati ai grandi interventi di potenziamento ed ampliamento della rete, ma sono garantite le corsie pre-esistenti alle opere. Numerose anche le pattuglie della Polizia Stradale, dislocate nei nodi più trafficati per il controllo del traffico e la prevenzione di eventuali violazioni. Saranno coadiuvate dal reparto aereo e disporranno delle più moderne apparecchiature per il controllo della velocità. Per la prima volta, sulla rete del Gruppo ci sono anche 710 km monitorati dal Tutor ''il vigile che ti segue'' e che controlla la velocità (sul sito www.autostrade.it sono indicate tutte le postazioni).
Agli automobilisti in viaggio, Autostrade consiglia di adeguare la velocità alle condizioni del traffico, mantenendo sempre la distanza di sicurezza dal veicolo che precede; in caso di lunghi viaggi, fermarsi frequentemente a riposarsi in un'area di servizio o di parcheggio; fare allacciare la cintura a tutti i passeggeri (inclusi i bimbi sui seggiolini omologati); accendere i fari anche di giorno; evitare l'uso del telefono cellulare (anche se a vivavoce o con auricolare); viaggiare sempre sulla corsia libera più a destra; scendere dal veicolo solo per raggiungere le colonnine SOS in corsia di emergenza, indossando sempre il gilet catarifrangente.

Da un indagine sull'utilizzo delle cinture di sicurezza svolta a Milano, Bologna, Roma, Napoli e Palermo.
A Milano, Bologna, Roma, Napoli e Palermo è stata effettuata una rilevazione per verificare l'utilizzo della cintura di sicurezza da parte degli automobilisti. Una rilevazione che ha coinvolto complessivamente 5.000 automobilisti. Il 39% di questi viaggiava senza essere protetto dalla cintura di sicurezza. Notevole la differenza tra le città. Mentre a Milano e Bologna siamo ad un livello buono (rispettivamente usano la cintura l'82% e l'80% dei guidatori), a Roma la percentuale, pur rimanendo alta, scende al 65%. La situazione diventa critica nel sud. Infatti a Palermo solo il 44% viaggia con le cinture. I napoletani che le usano sono un po' di più: 47%.

Donne virtuose - Le donne sono più virtuose degli uomini in tutte le città. A Bologna quasi tutte viaggiano con la cintura allacciata (94%). Ottima anche la percentuale milanese: 90%. Anche a Roma e Napoli la percentuale rimane alta (rispettivamente 73% e 70%). A Palermo la percentuale si ferma al 53%.
Uomini ''distratti'' - Il 75% degli automobilisti bolognesi e milanesi usano la cintura di sicurezza. E' una percentuale apparentemente elevata, ma significa anche che in queste città 1 persona su 4 non rispetta la legge e insiste a non proteggere la propria vita con le cinture. A Roma la usano 6 automobilisti su 10. A Palermo e Napoli solo 4 guidatori maschi su 10.

La cintura di sicurezza è la più grande assicurazione sulla vita che possono contrarre gli automobilisti salendo tutti i giorni in auto. Un'assicurazione a costo zero. Eppure, nonostante il rischio di perdere la vita, di rimanere feriti gravemente a causa di un incidente, oppure di perdere punti della patente, troppi automobilisti continuano a non allacciare le cinture. Con la conseguenza, in caso di incidente, di essere anche penalizzati economicamente dalle assicurazioni.
L'indagine è parte della campagna ''Vacanze coi fiocchi'' ed è stata realizzata dal Centro Antartide di Bologna, da www.sicurauto.it e da Federconsumatori Campania. Alla luce di questi dati suona ancora più urgente l'appello che rivolge a tutti gli automobilisti, lo scrittore-conduttore televisivo Carlo Lucarelli, alla vigilia del grande esodo estivo di fine luglio: ''Allacciamoci tutti alla vita. Mille vite potrebbero salvarsi. Ogni anno! Per non perdersi basta un click e un attimo del nostro tempo''.
Sulle strade delle vacanze ci sono ogni giorno 18 vite da salvare.
Carlo Lucarelli si mobilita per fermare la strage stradale insieme a tanti altri personaggi della cultura, dello spettacolo e dello sport (Diego Abatantuono, Carmen Consoli, Beppe Severgnini, Piero Angela, Margherita Hack, Gianrico Carofiglio, Stefano Baldini, Caparezza, Vito, Giorgio Panariello, Dario Vergassola e Marco Della Noce, Beppe Carletti de I Nomadi...). Insieme a loro ci sono Snoopy, Martin Mystère, Luporosso, Diabolik.
L'obiettivo è far riflettere sulla necessità di guidare con prudenza perché arrivare è più importante che partire.
La campagna ''Vacanze coi fiocchi'' si svolge sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica. E' promossa a livello nazionale dal Centro Antartide di Bologna con la collaborazione del Ministero dei Trasporti. Partecipano 600 istituzioni tra cui l'Assessorato Lavori Pubblici e Politica della Casa della Regione Lazio, associazioni, società autostradali, aziende sanitarie, radio.

Per ulteriori informazioni: www.vacanzecoifiocchi.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

04 agosto 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia