Imprese agroalimentari

Non solo Dop, Igp, Doc e Biologici, adesso c’è un bando per la certificazione di qualità

26 marzo 2003
Più spazio e maggiore competitività alle imprese agroalimentari siciliane impegnate a confrontarsi sui mercati nazionali ed internazionali che impongono regole restrittive in materia di certificazione di qualità. Oltre ai consorzi di tutela e ai consorzi di commercializzazione delle Dop (Denominazione d'Origine Protetta), Igp (Indicazione Geografica Protetta), Doc (Denominazione d'Origine Controllata) e biologici certificati, anche le imprese singole e associate di produzione, trasformazione, lavorazione, commercializzazione di prodotti dop, Igp, Doc e Biologici certificati, potranno beneficiare dei contributi per l'ottenimento della prima certificazione di qualità con particolare riguardo alle certificazioni ISO 9000 ed. 2000, ISO 14000, tracciabilità di filiera e registrazione Emas.

Il livello di aiuto che verrà applicato sarà: fino al 75% della spesa ammissibile per un Importo massimo di contributo pubblico pari a 100 mila euro per un periodo di 3 anni; oppure fino al 50% della spesa ammissibile per importi di contributo pubblico superiori a 100 mila euro, nel caso di aiuti concessi a imprese che rientrano nella definizione comunitaria di piccole e medie imprese.

L'estensione degli aiuti anche alle imprese singole e associate rappresenta un traguardo di rilevante importanza per tutte quelle realtà imprenditoriali che quotidianamente devono confrontarsi con le esigenze della moderna distribuzione che annovera tra i requisiti richiesti alle imprese fornitrici di beni, la certificazione del sistema qualità e la tracciabilità di filiera.

Ciò comporta che le imprese agroalimentari siciliane, per competere sui mercati al pari di altre imprese, devono essere al passo con i tempi adeguandosi a ciò che il mercato richiede. Lo spirito della misura è proprio quello di dare un forte impulso al mondo imprenditoriale siciliano con l' intento di elevarne la competitività.

L'importante novità è frutto della proposta di modifica della sottomisura 4.13b formulata dal Servizio VIII «tutela promozione e valorizzazione» Unità operativa n.44 dell'Assessorato Agricoltura e Foreste. Questa proposta di modifica è stata accolta in sede di Comitato di Sorveglianza. In attesa della formale approvazione della proposta con decisione comunitaria, il Servizio VIII sta predisponendo il bando di gara.  

Fonte: La Sicilia

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

26 marzo 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia