Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

In calo le destinazioni dell'otto per mille alla Chiesa

Allarme rosso alla Cei: Il prossimo anno un calo pari a quasi 35 milioni di euro

17 settembre 2008

E' allarme rosso alla Cei: diminuisce infatti, dopo quasi dieci anni di costante incremento, la percentuale delle firme per la destinazione dell'otto per mille a favore della Chiesa cattolica.
E' quanto afferma l'agenzia di informazione su mondo cattolico e le realtà religiose, Adista.

L'Agenzia da' conto di un documento della Conferenza episcopale italiana  che analizza i dati del 2009, non ancora resi pubblici ma già noti alla Cei. "Purtroppo, per la prima volta da alcuni anni a questa parte - scrive la Cei - si registra una diminuzione della percentuale delle firme a nostro favore, che passano dall'89,82% (del 2008, sulla base delle dichiarazioni dei redditi del 2005, ndr) all'86% (del 2009, sulla base delle dichiarazioni del 2006, ndr). Tale dato non è l'effetto di una diminuzione in valore assoluto delle firme in favore della Chiesa cattolica (che, anzi, crescono ancora di 38.024 unità), ma di un significativo incremento delle scelte espresse (equivalenti a circa 800.000 firme), quasi tutte per l'opzione 'Stato', che passa in percentuale dal 7,6% all'11% del totale".

Questa riduzione, si afferma nella lettera, "determinerà per il prossimo anno un significativo calo, pari a quasi 35 milioni di euro, delle risorse che riceveremo dall'otto per mille. Ciò evidenzia la necessità di continuare a puntare sulle campagne di promozione al sostegno economico per la Chiesa cattolica, per tenere alta la percentuale delle firme in nostro favore". "Alla diminuzione dell'otto per mille - prosegue il documento - va aggiunto poi anche il calo delle offerte deducibili per il clero: nel 1998 esse avevano raggiunto la cifra di oltre 21 milioni di euro; nel 2007 si sono fermate a 17 scarsi. Crescono invece le offerte raccolte dalle diocesi per l'Obolo di San Pietro, che finiscono direttamente in Vaticano: nel 2006 erano state di oltre 2,8 milioni di euro, nel 2007 sono arrivate a 3,5 milioni". [Adnkronos]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 settembre 2008
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE