Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Incriminato un cittadino del Mali per il rapimento dei coniugi Cicala

Sergio Cicala e la moglie sono stati rapiti lo scorso 18 dicembre da Al Qaeda

27 gennaio 2010

Un cittadino del Mali, arrestato a fine dicembre in Mauritania, è stato incriminato e imprigionato a Nouakchott perché coinvolto nel sequestro, rivendicato dall'Al Qaeda del Maghreb islamico (Aqmi), di Sergio Cicala e di sua moglie, Philomen Kabouree rapiti il 18 dicembre scorso. Lo si apprende da fonti giudiziarie, secondo le quali il giudice antiterrorismo del tribunale di Nouakchott ha incriminato lunedì sera Abderrahmane Ould Imidouil, "presunto terrorista" per le sue "implicazioni" con il rapimento della coppia di italiani e "per l'appartenenza ad un'organizzazione finalizzata a compiere atti terroristici". L'uomo era stato interrogato e arrestato, nel sudest della Mauritania, qualche giorno dopo il rapimento della coppia di Carini (PA). Secondo una fonte, era finito in manette mentre comprava provviste di viveri in un mercato a Teidatt, non lontano da Kobenni, vicino alla frontiera con il Mali. E' stato quindi sospettato di aver collaborato al rapimento e di aver assicurato l'approvigionamento della base dell'Aqmi nel nord del Mali. [ANSA]

- Forse in mano dei terroristi di Al Qaida (Guidasicilia.it, 21/12/09)

-
Al Qaeda si rifiuta di trattare (Guidasicilia.it, 24/12/09)

-
Al Qaeda rivendica il sequestro della coppia italiana (Guidasicilia.it, 28/12/09)

-
Al Qaeda contro i "crociati" (Guidasicilia.it, 29/12/09)

-
L'Italia insieme a Francia e Spagna per liberare i coniugi Cicala (Guidasicilia.it, 30/12/09)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

27 gennaio 2010
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia