Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Inflazione galoppante

Volano pasta e carburanti. Nel mese di Luglio si è registrato il peggior dato dal giugno del 1996

01 agosto 2008

L'inflazione galoppa e il dato di luglio è il peggiore registrato dal giugno 1996. Sulla base dei dati pervenuti, l'Istat stima che l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività relativo al mese che si è appena concluso, presenti una variazione di più 0,3% rispetto al mese di giugno 2008 (3,8%) e una variazione di più 4,1% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.

Alimentari e carburanti, ma anche tabacchi e servizi turistici. Sono queste le voci che fanno da base alla nuova accelerazione dell'inflazione nel mese di luglio. Secondo quanto comunica l'Istat, il prezzo di pane e cereali è cresciuto a luglio del 12,1%, con un +13% per il pane ed un +25% per la pasta, che accelera ancora rispetto al +22,3% di giugno. In forte tensione anche il comparto energetico, dove la crescita è del 2% su base mensile e del 16,6% su base annua. Non si ferma infatti la corsa del diesel, che dopo il +31% di giugno registra un +31,4% (+1,3% sul mese), mentre la benzina aumenta del 13,1% (+1,3% sul mese).
E' boom anche per il prezzo dei tabacchi, che hanno registrato un aumento congiunturale del 2,6% e annuo del 5,4%, mentre si fa sentire il "caro-ombrellone". Per i servizi balneari la crescita dei prezzi è arrivata all'8%, per i camping al 4% e per i pacchetti vacanza al 5%. Non va meglio per chi sceglie di rimanere a casa e consolarsi con la televisione, perché gli abbonamenti alle pay-tv sono aumentati del 5,1%.
Nel settore dell'energia, la componente regolamentata fa segnare un +3,3% su base mensile, mentre quella non regolamentata sale dell'1,3%. In particolare, le tariffe elettriche aumentano del 3,6% sul mese e del 13% sull'anno. Un +2,8% mensile per il gas, invece, che sale del 12,7% su base annua. L'aumento dei prezzi dell'energia si ripercuote su casa (+8,6% nel capitolo abitazione, acqua, elettricità e combustibili) e trasporti (+7,1%). In particolare i trasporti aerei segnano un +11,7% e quelli marittimi un +8,1%, entrambi comunque in rallentamento rispetto ai valori di giugno.

In controtendenza i prezzi dei medicinali che in un anno diminuiscono del 5,6% e gli apparecchi telefonici (-18%) con un calo del 4,3% rispetto al mese precedente.

Palermo: inflazione al +4,2% - Nel Capoluogo siciliano l'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività (con tabacchi) nel mese di luglio ha fatto registrare una variazione congiunturale (rispetto, cioè, al mese precedente) di +0.5% e ha fatto registrare una variazione tendenziale (rispetto, cioè, allo stesso mese dell'anno precedente) di +4.2%. Il dato si allinea a quello nazionale sull'inflazione rilevato dall'Istat.
Rispetto al mese precedente gli aumenti più elevati si sono registrati nei seguenti capitoli di spesa: bevande alcoliche e tabacchi +2.3%; abitazione, acqua, elettricità e combustibili +1.5%; trasporti +1.3%.
In diminuzione soltanto il capitolo di spesa "comunicazioni" (-0.6%). Passando alle variazioni rispetto allo stesso mese dell'anno precedente gli aumenti più elevati si sono registrati nei capitoli trasporti (+7.4%), prodotti alimentari e bevande analcoliche (+7.0%), abitazione, acqua, elettricità e combustibili (+6.8%), bevande alcoliche e tabacchi (5.2%), servizi ricettivi e di ristorazione (+3.6%). Decrementi si sono, invece, registrati nei capitoli comunicazioni (-2.5%), servizi sanitari e spese per la salute (-1.7%).  [La Siciliaweb.it]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

01 agosto 2008
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE