L’aeroporto di Trapani andrà avanti, anche con i fondi ridotti

Lo scalo di Birgi alla ricerca di un nuovo vettore aereo che possa assicurare la programmazione estiva

03 novembre 2017
L’aeroporto di Trapani andrà avanti, anche con i fondi ridotti

Il presidente della Camera di Commercio trapanese Pino Pace ed il presidente dell’Airgest, la società di gestione dell’aeroporto di Birgi, Franco Giudice, fanno sapere che andranno comunque avanti anche dopo il disimpegno dal nuovo contratto di co-marketing manifestato dal commissario del Comune di Trapani Francesco Messineo.
I soldi, circa un milione mezzo, che, per quota, finora hanno messo a disposizione i 13 Comuni che hanno invece dato la loro disponibilità a sostenere azioni pubblicitarie finalizzate ad assicurare la continuità dell’operatività del "Vincenzo Florio", saranno messi nel "calderone" del bando per la ricerca di un nuovo vettore aereo che possa assicurare quella programmazione estiva da e per lo scalo trapanese che, oggi, è assolutamente inesistente. [GdS.it]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

03 novembre 2017

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia