Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

L'amministrazione comunale di Trapani ha chiesto il finanziamento per ristrutturare il Lazzaretto

Un scuola di vela, un museo tematico del mare, laboratori di ricerca

18 maggio 2005

Un scuola di vela, un museo tematico del mare, laboratori di ricerca. E' questo il futuro immaginato per l'immobile denominato ''Lazzaretto''. L'Amministrazione Comunale ha predisposto infatti il progetto per la ristrutturazione e l'adeguamento funzionale dell'immobile ed ha avanzato richiesta di finanziamento al Ministero per i Beni e le attività culturali Dipartimento per lo spettacolo e lo Sport, ai sensi dell'art. 4 del D.M. per i beni e le attività culturali del 17 Novembre 2004.
Con il Decreto è prevista la concessione di contributi in conto capitale per la realizzazione o la ristrutturazione di infrastrutture destinate ad ospitare, con carattere continuativo, attività o eventi sportivi di rilevanza nazionale ed internazionale.

L'idea progettuale dell'Amministrazione è quella di fare del ''Lazzaretto'' un centro nautico di respiro internazionale. All'interno sono previsti ampi servizi di ricezione (saloni, reception, ristorante invernale ed estivo in veranda e sul giardino), spazi didattici per lo sviluppo delle attività marinare (sale nautiche ed aule didattiche), spazi di rappresentanza del Comune di Trapani e dell'Autorità Portuale. Prevista la realizzazione di una scuola di vela con foresterie in grado di ospitare gli allievi. Saranno realizzati inoltre spazi per laboratori artigianali di supporto ed attività commerciali che possano veicolare la tradizione artigiana e commerciale trapanese. Ci sarà anche un apposito spazio destinato a museo tematico del mare con laboratori di sviluppo e ricerca in sinergia con la facoltà di biologia marina ed archeologia navale dell'Università di Trapani.
Le sale di esposizione saranno composte da un'area permanente e da un'area per esposizioni temporanee a pianta libera, di volta in volta organizzata, per mostre didattiche, sperimentali e celebrative. Elemento complementare dell'intera struttura sarà una sala conferenze, di capacità graduabile, con annessa biblioteca tematiche del mare.

Il costo presuntivo dell'opera ammonta complessivamente ad € 4.370.000,00 di cui € 3.175.000,00 per lavori a base d'asta da cui verranno estrapolati gli oneri per la sicurezza ed € 1.195.000,00 per somme a disposizione. La richiesta di finanziamento è stata avanzata per € 3.496.000,00 pari all'80 per cento dell'importo previsto, mentre il rimanente 20 per cento sarà posto a carico del bilancio comunale.

Il Lazzaretto
Il Lazzaretto e la scogliera furono realizzati agli inizi del XIX secolo per iniziativa del ten. Gen. Giovan Battista Fardella, a seguito della concessione al Comune di Trapani dell'isola di Sant'Antonio da parte dell'Amministrazione del Demanio dello Stato. La costruzione dell'edificio risale al 1838 e venne curata dall'arch. Antonino Gentile. La realizzazione della scogliera era finalizzata a limitare i marosi di ponente e di maestro, mentre la costruzione del Lazzaretto aveva la funzione di ospitare in quarantena, così come già avveniva nei secoli precedenti, chi era portatore di malattie contagiose. Durante il colera del 1867 l'edificio venne utilizzato dal Governo Italiano. Nel 1877 l'edificio venne nuovamente ceduto dal Comune di Trapani all'Ufficio di Porto e da questo all'Amministrazione del Demanio. Il 10 agosto del 1886, con atto pubblico amministrativo, il suolo di sedime ed il Lazzaretto vennero nuovamente ceduti al Comune. Il Lazzaretto era già nella disponibilità del Comune di Trapani fin dal 18 luglio 1885.
Attualmente il Lazzaretto, a seguito di delibera di giunta municipale del 9 giugno 1990, è concesso in uso alla Lega Navale Italiana - sezione di Trapani, che di fatto ne utilizza una minima parte. Negli anni la Lega ha provveduto con fondi propri alle opere di manutenzione ordinaria della porzione di immobile utilizzata. La porzione a sud dell'immobile, inoltre, è utilizzata dalla Prefettura di Trapani che, in alcuni ambienti, ha ricavato degli archivi cartacei. L'immobile è sottoposto a regime vincolistico di tutela monumentale.

Comune di Trapani

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

18 maggio 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia