L’Arte della Cucina al servizio della Solidarietà

Torna anche quest'anno il FundRaising Dinner, l’appuntamento con la solidarietà in favore della ricerca sulla fibrosi cistica

25 settembre 2017
L’Arte della Cucina al servizio della Solidarietà

Sarà dedicato al tema dell’arte in cucina, la terza edizione del FundRaising Dinner, l’appuntamento con la solidarietà in favore della ricerca sulla fibrosi cistica, ideato dall’imprenditore Claudio Miceli, i cui proventi saranno interamente devoluti alla sezione Messina della Lega Italiana Fibrosi Cistica.
Forte del successo dell’anno scorso, quando il FundRaising Dinner è riuscito a raccogliere ben 32 mila euro, ricevendo dalla LIFC il riconoscimento di campione di raccolta per l’anno 2016, l’evento continua a crescere e, anche per questa edizione, potrà contare sul sostegno delle associazioni Charming Italian Chef, Cuochi Etnei, la Federazione Italiana Cuochi, la Confederazione Pasticceri Italiani.

I dettagli della manifestazione verranno illustrati martedì 3 ottobre, ore 10:00, nell’Aula congressi (Edificio P) Ospedale Cannizzaro di Catania. Oltre a Claudio Miceli, saranno presenti, Giuseppe Magazzù, ordinario di Pediatria del Policlinico Universitario di Messina e past president della Società Italiana Fibrosi Cistica (SIFC), Liliana Modica, presidente della sezione Messina della Lega Italiana Fibrosi Cistica, la stella Michelin Pietro D’Agostino, de la Capinera e Kistè di Taormina, e Seby Sorbello, patron del Sabir Gourmanderie di Zafferana etnea. Saranno loro, chef stellati e non, a dare vita a straordinari cooking show e componendo piatti come vere e proprie opere d’arte, realizzate con materie prime eccellenti, frutto di una terra fertile e generosa come, si spera, sarà anche il cuore dei partecipanti. L’anno scorso i piatti preparati sono stati oltre 10 mila, per 700 ospiti e 150 addetti ai lavori e oltre 50 sponsor.
La terza edizione del FundRaising Dinner è in programma martedì 10 ottobre, nella splendida cornice di Radicepura di Giarre.

La fibrosi cistica è la malattia genetica a decorso potenzialmente letale più frequente della razza bianca: colpisce circa 1 neonato su 3.500 nati. In Sicilia, i pazienti sono circa 500, di cui 238 sono in cura attualmente nella struttura di eccellenza messinese, guidata da Giuseppe Magazzù e sostenuta dalla sezione Messina della LIFC, Il reparto del Centro FC di Messina opera dal 1992 nel Padiglione NI del Policlinico Universitario di Messina ed è sede di sperimentazione di nuove terapie. Grazie ai fondi raccolti l’anno scorso, prosegue la identificazione di nuove molecole per correggere il difetto del cd canale del cloro e potenziare un suo corretto funzionamento.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

25 settembre 2017

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia