Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

L'impegno regionale per far crescere e rendere meglio fruibile lo splendido Parco delle Madonie

Un volto nuovo per la gestine del Parco madonita

06 settembre 2005

E' nato un nuovo protocollo d'intesa tra Parco delle Madonie e l'Arpa, l'Agenzia regionale per la protezione ambientale, nell'ambito del sistema di tutela della rete Infea. In quello che può considerarsi un piano particolareggiato sulla gestione territoriale della tutela degli ecosistemi e della salvaguardia ecologica dell'area protetta, l'esecutivo dell'Ente madonita ha messo nero su bianco gli ambiti d'operatività della campagna di sensibilizzazione sulle biodiversità che sta promuovendo in sinergia con la Regione siciliana. Nell'accordo di programma quadro aggiuntivo si definiscono i confini del progetto ''Junior Ranger'', una campagna di sensibilizzazione diretta ai bambini presieduta dalle aree protette dislocate sul territorio regionale destinata ad accrescere la cultura alle problematiche ecologiche ed alla tutela ambientale.
Anche questo intervento rientra nel più vasto ambito di azione coordinato dai soggetti Infea sotto la denominazione di ''Comunicazione, educazione, consapevolezza dei cittadini''.

''Si tratta di un programma in progressione - dice il presidente del Parco madonita, Massimo Belli -. L'adesione del Parco si inserisce nel monitoraggio di lungo raggio che la regione sta promuovendo avvalendosi delle associazioni di categoria e della amministrazioni dei parchi sempre finalizzata ad accrescere la sensibilità collettiva sui temi naturali''.
L'ente Parco metterà a disposizione risorse umane e professionali, l'Arpa invece si occuperà della cabina di regia coordinando il laboratorio Infea e mettendo a disposizione una task force di esperti. ''I referenti prioritari - spiega il responsabile dello staff Infea del Parco, Pasquale Li Puma - sono le scuole con le quali vogliamo avviare una collaborazione capillare capace di fare entrare il progetto nei contesti formativi che rappresentano la base logistica dell'intero programma''.
Il sostegno finanziario sarà dato dalle risorse specifiche che la Regione ogni anno destina ai parchi nell'ambito della programmazione comune e che assegna per le finalità specifiche dei progetti cantierati.

E sempre nel Parco delle Madonie sono stati creati quindici sportelli informativi in altrettanti comuni, per assicurare servizi d'accoglienza e di supporto ai visitatori nel Parco, e per dare una spinta all'offerta turistica del comprensorio.
Ad ospitare i centri, denominati ''Case del Parco'', saranno i comuni madoniti che hanno siglato un'intesa con l'Ente parco: dodici hanno amministrazioni aderenti all'area protetta - Petralia Soprana, Polizzi Generosa, Geraci Siculo, Castelbuono, Isnello, Pollina, San Mauro Castelverde, Collesano, Scillato, Caltavuturo, Castellana Sicula e Gratteri -, gli altri tre - Gangi, Alimena e Bompietro - non ricadono invece nel suo bacino d'operatività. Sia Petralia Sottana che Cefalù - entrambi comuni del Parco - essendo già dotati di presidio turistico non sono stati interessati al progetto.
''E' un impegno che avevamo assunto da tempo - ha detto Belli -. La distribuzione territoriale decentrata dei servizi turistici è uno degli obiettivi prioritari che il Parco persegue sin dalla sua istituzione. Le strutture saranno collegate in rete e offriranno anche un servizio di prenotazioni, in grado di gestire i flussi turistici e canalizzarli nei complessi alberghieri e di accoglienza. Altro aspetto qualificante del progetto ''Case del Parco'' sarà l'avvio della vendita di gadget che consentirà all'Ente di beneficiare di entrate proprie''. ''Contiamo di proporre nelle strutture periferiche degustazioni di prodotti tipici, facendo da vetrina agli operatori del settore - aggiunge Mauro Cascio, sindaco di San Mauro Castelverde e componente del comitato esecutivo - Un interesse che andrà a vantaggio anche dell'offerta turistica dei comuni madoniti''.

La gara per l'affidamento dei lavori da attuare nelle strutture periferiche sarà fatta il prossimo 13 settembre.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

06 settembre 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia