Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

L'odio-amore di Ryanair per l'Italia

La compagnia low cost chiude alcune aeroporti, taglia alcune rotte, ma incrementa quelle verso la Sicilia

04 febbraio 2016

Ryanair si scaglia contro l'aumento delle tariffe aeroportuali deciso dal governo italiano e, come conseguenza dei nuovi rincari, si vede "costretta" a chiudere le sue basi di Alghero e Pescara, a tagliare alcune rotte e a chiudere tutti i voli di Crotone, a partire dal prossimo mese di ottobre.
Ad annunciare la decisione è stato il chief commercial officer, David O'Brien nel corso di una conferenza stampa a Roma.

Nel mirino dell'aviolinea low cost irlandese sta "l'illogica decisione del governo italiano di aumentare ancora le tasse municipali, danneggiando il turismo italiano, il traffico e i posti di lavoro". Secondo una prima stima, la decisione di Ryanair determinerebbe la perdita di 600 posti di lavoro. "Il governo italiano - ha detto O'Brien - ha aumentato le tasse di circa il 40% da 6 a 9 euro, per ciascun passeggero in partenza dall'Italia dal 1° gennaio di quest'anno per sussidiare il fondo per la cassa integrazione degli ex piloti Alitalia".
Di qui la decisione inevitabile, per Ryanair, di spostare aeromobili e posti di lavoro fuori dall'Italia verso altre basi Ryanair in Spagna, Grecia e Portogallo dove, spiega il manager dell'aviolinea, non vengono addebitate tali tasse per passeggero; chiudere le sue basi di Alghero e Pescara e cancellare tutti i voli da Crotone a partire da ottobre; tagliare il traffico da e verso aeroporti italiani e spostare la capacità dagli aeroporti regionali a Roma e Milano.

Nonostante tutto, la compagnia irlandese ha annunciato il suo sbarco a Malpensa. Una novità che non riguarda solo i lombardi ma anche i siciliani. Dallo scalo varesino, infatti, a partire dal 30 ottobre 2016, partiranno anche i voli per Catania e un terzo aeromobile B737-800 verrà basato nello scalo etneo in aggiunta agli attuali due. Ma non basta. L’operativo prevede 4 voli giornalieri sin da subito dal lunedì al venerdì, 3 voli giornalieri il sabato e 2 voli giornalieri la domenica.
Da Catania si parte alle 6.25 con arrivo alle 8.25; alle 9.20 con arrivo alle 11.20; alle 16.20 con arrivo alle 18.20 e alle 21.05 con arrivo alle 23.05 mentre da Malpensa si decolla alle 7, alle 8.50, alle 14 e alle 18.45. Insomma, orari per tutti i gusti per chi si deve spostare tra Catania e Milano con partenze dalla mattina presto fino alla sera tardi.

- www.ryanair.com/it/it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

04 febbraio 2016
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia