L'Università di Catania voterà SI al referendum sull'articolo 18

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

11 giugno 2003
Il 15  il 16 giugno si vota per il referendum che estende a tutti i lavoratori il diritto a non essere licenziati senza "giusta causa"
Noi docenti, ricercatori, dottorandi, personale tecnico-amministrativo, studenti siamo vitalmente impegnati per la vittoria del SI. Non si tratta soltanto di una battaglia per riaffermare i diritti fondamentali di cui sono privati un numero crescente di lavoratori e di cittadini, ma anche  per opporsi  a quella crisi della democrazia e della giustizia che nell'attacco al diritto del lavoro trova le sue fondamenta. Una crisi che alimenta la voracità del mercato ed il controllo autoritario della società attraverso la guerra permanente e preventiva.

Il  SI  al referendum è, quindi, un SI all'estensione dei diritti e il punto da cui partire per una battaglia generale che riaffermi con forza anche il carattere pubblico della formazione, del sapere e della ricerca scientifica  all'interno dell'Università e dei luoghi della ricerca, contro l'assoggettamento agli interessi dei grandi gruppi privati internazionali e la precarizzazione del lavoro intellettuale, in particolare quello giovanile.

Sul terreno legislativo il referendum è oggi l'unico strumento efficace, non in contraddizione con proposte di legge allo studio.

E' l'unico strumento per dare risposta a quelle aspettative.

E' una grande occasione  per rispondere anche alla domanda di unità del mondo del lavoro e di milioni di cittadini e cittadine e per contrastare il disegno del Governo e di Confindustria che, attraverso gli obiettivi del Libro bianco di Maroni e le leggi delega, mirano a dissolvere un tessuto sociale che si basa su decenni di conquiste civili ed a mercificare ogni diritto e bene pubblico.

Pioletti  (Preside Fac. Lingue)
P: Barcellona  (Giurisprudenza)   
M. Barcellona ( Farmacia)       
Messina ( Archivio)
M. Di Toro ( Fisica)                            
C. Nasello ( Archivio)
G. Impellizzeri ( Chimica Organica)   
V. Salone ( Matematica)
F. Rappazzo     (  Lingue)                
R. Mangiameli (S. politiche)           
G. Centineo ( Chimica)                      
S. Mazzone (S. politiche)
Raudino ( Chimica- Fisica)    
F. Leone( Bibliotecario)
E. Baeri ( Scienze Politiche)        
G. Del Popolo ( Bibliotecario)
G. Rappazzo ( Biologia)              
Scordino (Ingegneria)
G. Bellia ( Fisica)                       
G. Messina( Contrattista)
F. Salemi ( Matematica)     
N: Famoso ( Lingue)
G. Costa ( Biologia)           
Balsamo ( Tecnico)
G. Vecchio ( Chimica)               
G. Fichera ( Bibliotecario)
R. Calì ( Chimica)                                
La Rosa ( Chimica)
L. Solarino ( Chimica Industriale)       
V. Milazzo ( Lingue)
S. Tiné ( Lettere)                                 
L. Nigro ( Medicina)
F.M. D'Alessandro ( Ric.Chimica)     
G.Marletta ( Chimica -fisica)
Licciardello( Chimica-Fisica)        
G. Giansiracusa ( Fisica)
Sebastiano Cavallaro ( Fisica)        
G.Sabella ( Biologia animale)
V. Cucinotta ( Chimica)                
Sciotto( Chimica)
Concetta Corsaro ( Scienze biomediche)  
Contino  ( Chimica)
U. Lombardo ( Fisica)                               
G. Fonte ( Fisica)
F. Sammartano ( Biologia)                     
Scamporrino ( Chimica)
Roberto Purrello ( Chimica)                  
G. Pesenti ( Lingue)
J.Y. Le Léap ( Lingue)                          
S. Boeme ( Lingue)
L. M. Kisenkova ( Lingue)               
Harbecke ( Lingue)
Nucifora( Lingue, dottoranda)         
S. Grasso ( Lingue)
Barnobi ( Medicina)                    
P. Bellia ( Agraria)
G. Di Blasi ( contrattista )           
G. Maugeri (contrattista)                                   
M. Grasso (Tecnico)

Segue ulteriore elenco 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

11 giugno 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia