Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

La Bandiera Blu 'sventola' su 231 spiagge italiane

In Sicilia le bandiere della Fee, Foundation for Environmental Education, rimangono solo quattro

12 maggio 2010

Duecentotrentuno spiagge italiane per un totale di 117 località balneari e 61 approdi turistici. E' questo il risultato della virtuosa classifica delle località rivierasche che nella prossima stagione estiva potranno fregiarsi della Bandiera Blu, il riconoscimento che la FEE (Foundation for Environmental Education) conferisce annualmente alle località costiere europee le cui acque di balneazione sono risultate eccellenti e nelle quali le amministrazioni si sono impegnate a migliorare lo stato dell'ambiente promuovendo un turismo sostenibile.
I risultati sono stati presentati ieri nel corso della XXIV edizione di Bandiere Blu 2010, cui hanno presenziato il segretario generale della Fee Italia, Claudio Mazza, l'assessore all'Ambiente della Regione Lazio Marco Mattei, il segretario generale del Cobat (Consorzio nazionale batterie esauste) Michele Zilla, la ricercatrice Enea e operatore del programma Bandiera Blu Carla Creo, oltre ai sindaci di alcune località turistiche.
Bilancio positivo, dunque, per l'Italia, che vede assegnate 4 bandiere in più rispetto al 2009. In totale sono state premiati 117 località rivierasche e 61 approdi turistici, che corrispondono a circa il 10% delle spiagge certificate a livello internazionale.

A guidare la classifica la Liguria con ben 17 località, marcata stretta da Marche e Toscana che si aggiudicano 16 riconoscimenti a pari merito. Seguono Abruzzo (13), Campania (12), Puglia ed Emilia Romagna (8). E ancora, Veneto (6), Lazio (5), Sicilia e Calabria (4), Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Piemonte (2, quest'ultimo grazie ai laghi). In fondo alla classifica con una sola bandiera Molise e Basilicata.
La maggior parte delle 117 Bandiere Blu di questa edizione (88%) sono riconferme delle località balneari dell'anno precedente. Molte però le escluse eccellenti. Il caso più eclatante è quello della Sardegna che annovera solo 2 bandiere: una per Santa Teresa di Gallura e l'altra per La Maddalena. Come spiega Claudio Mazza, segretario generale Fee, "la Bandiera blu, oltre alla pulizia del mare, tiene in considerazione tanti altri fattori, tra cui servizi ecologici e accessibilità. Ecco dunque perché alcune zone, pur avendo un mare decisamente pulito non si classificano in vetta". E' quello che Carla Creo, ricercatrice Enea e operatore del programma Bandiera Blu, chiama il "paradosso della Sardegna". "Anche località che hanno una qualità delle acque eccellenti - spiega - non sono rientrate nella classifica della Fee per due motivi principali". Il primo di carattere essenzialmente tecnico attiene al numero delle rilevazioni. "La legge italiana - precisa la dottoressa - prevede che località con un'alta qualità dell'acqua, possano ridurre i campionamenti da 2 a 1 al mese, mentre la Fee, che ha regole più rigide, ne prevede tassativamente 2". "E' per questo, quindi, che sono entrati nella classifica solo quei comuni che hanno deciso di fare dei campionamenti suppletivi". Uno scoglio facilmente superabile a partire dal prossimo anno, quando, assicura Creo, "verrà adottato uniformemente la direttiva europea che stabilisce che tutte le località senza distinzione, avranno una campionamento al mese". Risultato: tutte le località italiane potranno ambire alla Bandiera Blu. Un altro fattore che non può essere trascurato nella valutazione della qualità delle spiagge è poi la gestione complessiva dell'ambiente: "A volte - aggiunge Creo - in località molto belle dal punto di vista turistico manca un tipo di approccio alla gestione integrata del territorio, che preveda il ricorso alla raccolta differenziata e la presenza di depuratori. Ed è per questo - conclude - che le Bandiere blu si concentrano per la gran parte in Liguria e Toscana".

Ecco la mappa delle bandiere blu in Italia
LIGURIA (17): Camporosso, Bordighera (Imperia); Loano, Finale Ligure, Noli, Spotorno, Bergeggi, Savona, Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure, Varazza (Savona); Chiavari, Lavagna, Moneglia (Genova); Lerici, Ameglia - Fiumaretta (Lerici)
TOSCANA (16): Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore, Viareggio (Lucca); Pisa-marina di Pisa-Tirrenia-Calambrone; Livorno-Antignano e Quercianella, Castiglioncello e Vada di Rosignano Marittimo, Cecina, marina di Bibbona, Castagneto Carducci, San Vincenzo, Riotorto-Piombino: parco naturale della Sterpaia (Livorno); Follonica, Castiglione della Pescaia, Marina e Principina di Grosseto, Monte Argentario (Grosseto)
MARCHE (16): Gabicce Mare, Pesaro, Fano, Mondolfo (Pesaro-Urbino); Senigallia, Ancona Portonovo, Sirolo, Numana (Ancona); Porto Recanati, Potenza Picena - Porto, Civitanova Marche (Macerata); Porto Sant'Elpidio, Porto San Giorgio, Cupra Marittima, Grottammare, San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno)
LAZIO (5): Anzio (Roma); Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga, Gaeta (Latina)
ABRUZZO (13): Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto Lido, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto, Silvi Marina (Teramo); Ortona, San Vito Chietino, Rocca San Giovanni, Fossacesia, Vasto, San Salvo (Chieti)
CAMPANIA (12): Massa Lubrense (Napoli); Positano, Agropoli, Castellabate, Montecorice-Agnone e Capitello, Pollica-Acciaroli Pioppi, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati-Villammare, Sapri (Salerno)
EMILIA ROMAGNA (8): Comacchio-Lidi Comacchiesi (Ferrara); Lidi Ravennati, Cervia (Ravenna); Cesenatico, San Mauro Pascoli-San Mauro mare (Forlì-Cesena); Bellaria Igea Marina, Rimini, Cattolica (Rimini)
PUGLIA (8): Rodi Garganico (Foggia); Polignano a Mare (Bari); Ostuni-Marina di Ostuni (Brindisi); Castellaneta, Ginosa-Marina di Ginosa (Taranto); Castro Marina, Melendugno, Salve (Lecce)
VENETO (6): San Michele al Tagliamento - Bibione, Caorle, Eraclea - Eraclea mare, Jesolo, Cavallino Treporti, Venezia - Lido di Venezia (tutte in provincia di Venezia)
CALABRIA (4): Cariati-Marina di Cariati (Cosenza); Cirò Marina-Punta Alice (Crotone); Roccella Jonica, Marina di Gioiosa Jonica (Reggio Calabria)
SICILIA (4): Fiumefreddo di Sicilia-Marina di Cottone (Catania), Pozzallo, Ragusa-Marina di Ragusa (Ragusa); Menfi (Agrigento)
SARDEGNA (2): Santa Teresa di Gallura-Rena Bianca, La Maddalena-Punta Tegge Spalmatore (Olbia-Tempio).
PIEMONTE (2): Cannero Riviera (Verbania); Cannobio (Verbania)
FRIULI VENEZIA GIULIA (2): Grado (Udine); Lignano Sabbiadoro (Gorizia)
MOLISE (1):
Termoli (Campobasso)
BASILICATA (1): Maratea (Potenza)

[Informazioni tratte da Adnkronos/Ing, Ansa]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

12 maggio 2010
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia