La bella Edwige Fenech ospite d'onore nella XIII edizione del ''Premio Ragusani nel Mondo''

30 agosto 2007

Domenica 2 settembre, in Piazza San Giovanni, a Ragusa, si celebrerà la XIII edizione del ''Premio Ragusani nel Mondo'', la prima di un secondo ciclo, dopo il trionfo del 2006, alla presenza della star hollywoodiana Susan Sarandon.
E sarà ancora un'altra attrice di successo a trainare l'interesse e la curiosità di un evento entrato ormai stabilmente nel cuore dei ragusani: Edwige Fenech, un mito per intere generazioni di italiani degli ultimi trentanni. L'attrice italofrancese, che ha accolto con grande entusiasmo la notizia dell'assegnazione del premio, è di origini acatesi, con il bisnonno Maganuco Salvatore nato nel comune ibleo.

Come per la Sarandon, anche la Fenech si appresta a vivere l'evento con una gioia ed una intensità emotiva particolare, e la stessa ha definito ''elettrizzante la riscoperta delle proprie origine iblee'', finora conosciute solo sommariamente.
Della sua carriera cinematografica non vi è nulla da scoprire, con decine di film entrati nella storia recente del cinema italiano. Pochi però conoscono il suo impegno come produttrice cinematografica di successo. Di recente è ritornata sul set accettando un ruolo in un film horror di Eli Roth , prodotto da Quenquin Tarantino, ''Hostel Part II'', che ha debuttato nelle sale lo scorso 22 giugno.

Una presenza sicuramente accattivante, che però non oscura il profilo degli altri premiati, scelti dal Direttivo dell'Associazione Ragusani nel Mondo tra una vasta rosa di segnalazioni provenienti da diversi ambiti, famiglie, Istituzioni, stampa, associazioni di siciliani, semplici cittadini.
La griglia dei premiati è rappresentativa dell'intera Provincia, confermando la natura di evento che appartiene all'intero territorio ibleo.
Tra alcuni dei premiati di questa edizione, Vincent Tummino, proveniente da New York, alto Dirigente dei Vigili del Fuoco e per ben 12 anni Presidente della Columbia Association, una delle più prestigiose Organizzazioni socio-umanitarie degli Stati Uniti, operante al servizio della comunità Italiana; Carlo Corallo, residente a Melbourne, architetto, ragusano di seconda generazione, in pochi anni ha contribuito a trasformare un piccolo Studio associato di architettura nell'undicesimo gruppo al mondo per opere progettate e realizzate. E ancora, Ignazio Pisana, clarinettista, residente a Sangallo, in Svizzera. Musicista di livello Europeo, è il primo ispicese nella storia del premio ''Pietro Floridia'', compositore emigrato negli Usa nel 1904, dove morì nel 1932.
Non ultimo, Giorgio Tumino, residente in Francia e Olanda, ingegnere aereo spaziale, nato a Palermo da padre ragusano, che nonostante la sua giovane età ha partecipato in qualità di responsabile ad un progetto europeo per lo sviluppo di un veicolo di rientro atmosferico, che sperimenta avanzate tecnologie per la protezione termica. Figura di primo piano presso l'Agenzia Spaziale Europea, ha maturato una esperienza tale da proiettarlo verso traguardi di ancor maggior prestigio presso il maggior Ente Spaziale Europeo.

Tante le novità del premio di quest'anno, ma su tutte spicca l'esibizione nel corso della serata della prestigiosa Orchestra Filarmonica del Kursalon di Vienna, composta da celebrati professionisti della capitale austriaca, portatori di una tradizione musicale di altissimo livello.

- www.ragusaninelmondo.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

30 agosto 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia