La black-list dei comuni siciliani super indebitati

Dall'ultimo rapporto della Corte dei conti: "I Comuni in Sicilia hanno debiti per 3 miliardi"

11 agosto 2010

In Sicilia i comuni hanno debiti di finanziamento per 3 miliardi di euro, il 3,5% del Pil. L'esposizione maggiore è per mutui contratti con le banche e con la Cassa depositi e prestiti per un valore complessivo, nel 2008, pari a 2,15 miliardi di euro, pressoché in linea con l'anno precedente.
E' quanto emerge dall'ultimo rapporto della Corte dei conti sulla gestione economico-finanziaria degli enti locali. Nove sono i comuni siciliani che per eccesso di disavanzo di bilancio sono finiti nella black-list dei giudici contabili.
La lente della Corte dei Conti si è soffermata su 252 comuni nell'isola, che hanno chiuso il 2008 con debiti per 2,44 miliardi, 90 milioni di euro in meno rispetto al 2007. Nel dettaglio, 2,15 miliardi è la quota di indebitamento relativo all'accensione di mutui, 230 milioni quella per obbligazioni e 62 milioni per finanziamenti pluriennali a breve termine; proprio su quest'ultima voce il recupero, rispetto all'anno precedente, è stato maggiore: 67 milioni in meno. Per fronteggiare il debito gli enti locali scrivono a bilancio interessi passivi per 124,9 milioni di euro, somma che sale a 271,9 milioni aggiungendo la quota capitale di ammortamento.

I comuni da bollino rosso, si legge nella relazione dei giudici contabili, sono Serradifalco (CL), Giarre (CT), Casalvecchio Siculo (Me), Scaletta Zanclea (Me) Bisacquino (Pa), Monreale (Pa), Comiso (Rg), Modica (Rg) e Pozzallo (Rg). In particolare, Modica ha uno squilibrio effettivo pari a 21 milioni di euro, seguono Comiso con circa 4 milioni, Giarre con 1,8 milioni e Monreale con 904 mila euro. Il peso del debito assume valori superiori alla media nazionale (133,90 euro per abitante) a Pozzallo, a quota 404,97 euro per abitante, Modica con 155,48 euro, Casalvecchio Siculo con 178,74 euro e Scaletta Zanclea con 142,97 euro.

[Informazioni tratte da Ansa, La Siciliaweb.it, GdS.it]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

11 agosto 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia