Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

La Coca Cola in Sicilia costerà meno...

Nell'isola si risparmieranno da 5 a 10 centesimi su ogni bottiglia da un litro e mezzo, però...

13 aprile 2012

La Coca Cola in Sicilia costerà di meno. In media nell'isola si risparmieranno da 5 a 10 centesimi per bottiglia da un litro e mezzo. Lo ha deciso la Sibeg, la società imbottigliatrice per la Sicilia, nel quadro di un piano anti crisi. "Visto il calo del potere d'acquisto delle famiglie a causa della crisi, abbiamo deciso una politica di promozione nei confronti del consumatore abbassando il prezzo", ha spiegato Massimo Stella, responsabile del marketing della Sibeg, che ha sede a Catania. Anche a causa delle temperature meteo più elevate in Sicilia si beve di più, infatti "il consumo di Coca è pari a 20 litri pro capite l'anno, qualche punto percentuale in piu della media nazionale", dice Stella.
"Per la prima volta il prezzo praticato verrà impresso direttamente sull'etichetta, bene in vista" ha spiegato ancora il responsabile del marketing aggiungendo che il piano anticrisi, articolato in 4 punti, è stato varato "nell'attuale contesto economico, con consumi che stentano a crescere e uno scenario competitivo sempre più spinto".
Secondo Cristina Busi Ferruzzi, presidente di Sibeg, "la tassa sulle bevande zuccherate massacrerà i piccoli produttori senza dare nulla in cambio al governo, che quel che incasserà in tale manierà lo dovrà poi spendere per i nuovi cassintegrati che si verranno a creare".
Duecento dipendenti, fatturato di oltre 100 milioni di euro, Sibeg dal 1960 produce, imbottiglia e distribuisce i prodotti a marchio The Coca-Cola Company in circa 32 mila punti vendita nell'isola.

Dall'assessorato regionale della Famiglia, però, scatta l'allarme obesità tra i giovani, fenomeno attibuito al poco sport, ad una cattiva dieta e... alle troppe bibite gassate consumate.
Tra i giovani della fascia d'età 14-18 anni, infatti, sembra siano in molti a non andare d'accordo con il mangiare sano, un corretto bilancio calorico prevenendo così obesità, diabete e disturbi cardio-vascolari. Inoltre, non sono abbastanza sportivi ma fin troppo "disinvolti" per quanto riguarda il fumo e il consumo di alcolici. Poco o per nulla abituati a iniziare la giornata con una prima colazione. Piuttosto refrattari alle verdure, al pesce e alla frutta, ma "in sintonia" con prodotti di rosticceria, merendine e bibite gassate.
A dirlo è un'analisi statistica realizzata dall'Istituto per la promozione e formazione professionale e per lo sviluppo siciliano all'interno del progetto "Salute e benessere, la vita ti appartiene", finanziato dall'assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro.
L'indagine, che ha coinvolto le scuole secondarie del Distretto socio-sanitario 42, (Palermo e una decina di comuni della provincia) è stata condotta su un campione di 3 mila ragazzi che hanno risposto a un questionario. Un primo dato negativo che risulta dallo studio è che il 47,8% dei giovani intervistati non ha l'abitudine della prima colazione al mattino: il 18,69% di loro la fa a volte, gli altri raramente o mai. Peraltro non mancano alcune note stonate sul piano qualitativo, come il 10,41% che preferisce le merendine, ricche soprattutto di zuccheri e grassi ma povere di proteine, e un 6,69% che esordisce con prodotti di rosticceria. Per quanto riguarda lo spuntino durante la ricreazione: il 4,04% mangia la frutta, il 19,21% opta per le merendine e il 35,78% si divide tra hot dog, hamburger, patatine fritte, pizzette, mentre tutti, preferibilmente irrorano il tutto con bibite gassate.
Nonostante la vicinanza del mare è scarso il consumo di pesce: il 41,08% dei ragazzi non lo contempla nella dieta settimanale. Molto carenti anche la verdura e la frutta. Il 34,86% degli intervistati non pratica sport. Solo due su dieci, infine, dichiarano di fare uso di droghe leggere (il 19,94%, di cui il 4,28% ogni settimana).

[Informazioni tratte da ANSA, Lasiciliaweb.it, Adnkronos/Ign]

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

13 aprile 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia