Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

La Confartigianato lancia l'allarme: ''gli artigiani siciliani da 5 anni in attesa dei contributi a fondo perduto''

Dopo cinque anni, di fronte ad un mancato introito, le aziende artigiane si stanno trovando in grosse difficoltà

26 aprile 2005

Da cinque anni le imprese artigiane aspettano l'erogazione dei contributi a fondo perduto, senza aver ricevuto ad oggi valide garanzie per il prossimo futuro. Per saldare il debito occorre il reperimento di 183 milioni di euro.
A lanciare questo allarme è la Confartigianato di Palermo.

''Le leggi regionali 3/86, 9/86 e 32/2000 - sottolinea l'associazione - prevedevano l'erogazione di contributi a fondo perduto per le imprese artigiane, che queste avrebbero investito per rendere più produttive, competitive e tecnologicamente più avanzate le loro strutture, garantendo così nuovi posti di lavoro. Tutti investimenti che le aziende hanno attuato, affrontando notevoli costi che sarebbero dovuti essere coperti dai fondi regionali. Cosa che ad oggi non è avvenuta''.

Per la Confartigianato ''le aziende artigiane, di fronte ad un mancato introito, si stanno trovando in grosse difficoltà, costrette a chiedere prestiti agli istituti di credito, con il conseguente aumento dei tassi di interesse che vanno a vanificare tutto quello che è stato realizzato''.
La soluzione proposta da Confartigianto è stata quella di cartolarizzare il credito, ma a fronte dei 183 milioni, sono stati previsti soltanto 2 milioni e mezzo di euro, ''che ovviamente non risolvono neanche minimamente il problema''. ''L'assessore regionale all'Artigianato Carmelo Lo Monte, che all'indomani del suo insediamento aveva dichiarato che si tratta della 'questione più spinosa', assieme a tutto il Parlamento siciliano, deve dare delle risposte importanti e concrete ad una categoria che rappresenta un comparto fondamentale per lo sviluppo dell'economia siciliana. Non è cosi che si può pensare di creare sviluppo''. 
 
Fonte: Giornale di Sicilia

- Sito della Confartigianato

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

26 aprile 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia