La Kempinski collection, la società degli alberghi superlusso, approda in Sicilia

Nella ''collezione'' multimilionaria Kempinski anche Il Giardino di Costanza di Mazara (TP)

08 novembre 2003
Sbarca in Italia, e precisamente in Sicilia, a Mazara Del Vallo (Trapani), la Kempinski collection, Hotels and Resorts.
La più antica e tra le più esclusive società internazionali di gestione di alberghi di lusso ha scelto il Grand Hotel Giardino di Costanza, il complesso cinque stelle in via di ultimazione alle porte di Mazara e che sarà inaugurato nella primavera del 2004, per entrare nel mercato turistico del Bel Paese.
L'accordo, che riguarda la gestione del complesso, è stato raggiunto da Reto Wittwer presidente del network tedesco che conta 15.000 addetti distribuiti in appena 35 raffinatissime strutture, e Giovanni Savalle, numero uno della Mediterranea spa, la public company isolana da 60 soci che qualche anno fa ha dato il via ai piani di sviluppo del distretto mazarese.
L'annuncio, fanno sapere dagli uffici di Ginevra di Kempinski, sarà dato formalmente da Londra la prossima settimana, durante il World Travel Market.

L'impianto di Mazara, che si erge a ridosso del baglio Ottocentesco Villa Fontanasalsa (che fu dei Conti Tortrici), disporrà tra l'altro d'un Health & Wellness Center da 2.100 metri quadri, tra le beauty farm più grandi d'Europa; d'un centro congressi da 260 posti; d'una enoteca di 800 metri quadri e di 88 tra junior, super e penthouse suite. In pratica un investimento da 14 milioni che darà lavoro a 120 addetti.
''E' un fiore all'occhiello della migliore offerta turistica italiana - commenta Savalle - Una struttura unica nel panorama nazionale che abbiamo voluto, tra l'altro, priva del tutto di barriere architettoniche. Ringraziamo Kempinski per averci scelto''.

Il Giardino di Costanza affiancherà una ''collezione'', come la chiama Wittwer, di complessi in Europa, Medio Oriente, Africa, Sud America, Asia, celebri per il target alto di mercato: dall'Adlon di Berlino all'Europe di San Pietroburgo al Ciragan di Istambul al Julai'a in Kuwait e al Colony Park Plaza di Colonia del Sacramento, in Uruguay.

E dopo l'impianto di Mazara sarà la volta dell'albergo ''più grande e lussuoso mai costruito al mondo'', come dice Wittwer. Un investimento a tanti zero per una struttura in via di definizione ad Abu Dabi, negli Emirati Arabi. Dieci ristoranti, 400 camere e sette suite da 1.000 metri quadri l'una. Sarà governata anch'essa dal management della compagnia del superlusso, che chiuderà il 2003 con un fatturato che supererà il miliardo d'euro.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

08 novembre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia