La Lokomotiv Mosca interrompe l'ascesa europea del Palermo, finora sempre vittorioso

04 novembre 2005

PALERMO - LOKOMOTIV MOSCA 0-0
Palermo (4-4-2): Andujar 6, M. Ferri 6, Barzagli 6, Terlizzi 6, Grosso 6, M. Gonzalez 5 (21' st Santana sv), Mutarelli 6 (1' st Barone 6.5), Codrea 6.5, Masiello 6.5, Pepe 6, Caracciolo 6.5 (44' pt Makinwa 5.5). (1 Santoni, 10 Brienza, 21 Biava, 77 Rinaudo). All.: Del Neri 5.5.
Lokomotiv (4-4-1-1): Ovchinnikov 6, Evseev 6, Bikey 6, Asatiani 6, Sennikov 6, Izmailov 5, Maminov 5.5, Lima 6 (31' st Gurenko sv), Bilyaletdinov 6, Khokhlov 4, Ruopolo 5 (45' st Lebedenko sv). (21 Poliakov, 4 Omelyanchuk, 9 Bugaev, 10 Loskov, 40 Samedov). All.: Eshtrekov 6.
Arbitro: Garibian (Francia) 5.
Note: angoli: 7-0 per il Palermo. Recupero: 1' e 4'. Espulso: nel st 34' Khokhlov per fallo di reazione su Barone. Ammoniti: Bikey e Caracciolo per reciproche scorrettezze. Spettatori paganti 15.823, per un incasso di 182.237,00 euro.

-------------------------------------

La Lokomotiv Mosca interrompe la serie d'oro del Palermo, finora sempre vittorioso in Uefa, e conserva qualche chance di qualificazione ai sedicesimi. I russi cadono in piedi al 'Barbera' grazie anche alla serata di scarsa vena di un Palermo voglioso ma poco brillante, sempre sul punto di risolvere la situazione, ma spesso confusionario. I rosanero (in casa sempre in gol dallo scorso inverno) avevano a disposizione un set-ball, per chiudere il discorso qualificazione, e invece adesso saranno costretti a conquistare altri punti pesanti contro Espanyol e Broendby.

Del Neri cambia tutto, anzi di più. In conferenza stampa aveva annunciato Santoni fra i pali, poi conferma misteriosamente l'argentino Andujar. In campo anche Caracciolo, che avrebbe dovuto accomodarsi in panchina per fare spazio a Makinwa, ma anche l'esordiente Masiello. Sono tanti i big a riposo e, almeno inizialmente, l'assetto tattico del Palermo ne risente non poco. Non è un caso se il primo tempo dura poco più di un quarto d'ora. Bisogna infatti aspettare 27' prima di vivere la prima (piccola) emozione di una serata con pochi palpiti e qualche sbadiglio. Il gioco è lento, come i primi minuti che sembrano ore. Il primo sussulto lo confeziona il Palermo.
Gonzalez serve il pallone ad Andujar che lo blocca in presa e costringe l'arbitro a fischiare una punizione poco dentro l'area che i russi sprecano con Evseev (tiro sulla barriera). La risposta rosanero è immediata: bel lavoro di Caracciolo all'altezza dei 18 metri e conclusione rasoterra di pochissimo a lato. Passano 5' e una parabola su punizione di Codrea mette Terlizzi nelle condizioni di ribadire a rete di testa, ma il centrale difensivo di Del Neri schiaccia troppo e manda il pallone sui tabelloni pubblicitari. Pronta la contro-replica della Lokomotiv, che va vicinissima al gol con Izmailov: al 35' la fantasiosa ala russa raccoglie di destro un cross di Khokhlov e scheggia la traversa.

L'ultima chance è dei padroni di casa che, al 47', con Pepe di testa, impegnano Ovchinnikov. Poco prima, Makinwa aveva rilevato Caracciolo, colpito al naso da una testata, sugli sviluppi di una mischia. A differenza di quanto era avvenuto nei primi 45', nella ripresa la prima emozione non si fa attendere: già dopo 4' i rosanero sfiorano il gol con Pepe che anticipa Ovchinnikov di testa e manda poco oltre la traversa. Il Palermo preme, ma non riesce a trovare sbocchi nella difesa russa: Codrea appare ispirato, sebbene giochi al piccolo trotto, ma è difficile trovare collaborazione in attaccanti che si muovono poco senza palla.
Al 21' i rosanero rischiano di subire il gol nel più classico dei contropiede: Sennikov taglia il campo da sinistra verso destra e pesca Izmailov completamente solo in area. La talentuosa ala, anzichè aggiustarsi il pallone e inquadrare la porta, però, calcia in corsa sull'esterno della rete. Al 27'. invece, è Ruopolo a sbagliare il gol, con un diagonale di destro da ottima posizione. Al 28' sale in cattedra Masiello, che si libera al cross sulla sinistra con un tunnell su un avversario, ma Pepe arriva con un attimo di ritardo a pochi centimetri dalla porta. Si chiude con un'occasione per parte: al 32' sbaglia Khokhlov, che poi si fa espellere per un colpo proibito a Barone, 10' dopo Ovchinnikov respinge in tuffo una conclusione ravvicinata di Pepe e mantiene in corsa la Lokomotiv.

Fonte: La Sicilia

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

04 novembre 2005

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia