La marcia degli ottomila

Oggi lo sciopero dei lavoratori del Banco di Sicilia contro l'accorpamento in BancaRoma

29 novembre 2001
"Sara' lotta durissima", avevano avvertono i sindacati appena fuori dalle stanze romane dell'Abi, l'associazione bancaria italiana.

Parole pronunciante a gran voce al termine dell'incontro e che preparavano lo sciopero generale dei lavoratori del Banco di Sicilia.

Oggi gli 8 mila dipendenti delle 600 agenzie distribuite sul territorio nazionale incroceranno le braccia, sfileranno per le strade di Palermo e si fermeranno sotto le finestre della direzione generale di via Magliocco.

Nelle stesse ore nelle stanze del Bds si celebrerà il Consiglio di amministrazione.
La nuova vertenza ha oscurato il contenuto originario del vertice tra i sindacati e la delegazione dell'Abi, che aveva per oggetto le rivendicazioni contrattuali.

Per la cronaca, i sindacati non hanno ottenuto nulla: né sul fronte degli inquadramenti e nemmeno su quello apparentemente più elementare dell'equiparazione del trattamento economico dei dipendenti Bds a quello dei colleghi di Bancaroma.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

29 novembre 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia