Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

La nuova battaglia di Silvana Grasso: "Restituite i reperti regalati illecitamente al sindaco di Grenoble nel 1962"

18 aprile 2011

"Il Museo di Grenoble deve restituire alla città di Catania e al Castello Ursino il cratere attico (V a.C.) di straordinaria bellezza fattura e valore economico, illegittimamente "regalato" nel 1961, assieme ad altri tre reperti archeologici provenienti dalla collezione Biscari, dall'allora sindaco di Catania Papale al sindaco di Grenoble, in occasione del gemellaggio, alienando un bene inalienabile a qualsiasi titolo, come precisato nel testamento del donante, il suddetto principe di Biscari. Ritorni alla Città di Catania e ai Catanesi, in analogia alla Venere di Morgantina, in analogia al sacrosanto diritto alla par condicio".
E' quanto afferma la scrittrice Silvana Grasso, assessore ai BBCC della Città di Catania nel 2007. Grasso chiede al Presidente della Regione di intervenire immediatamente e assicurare al Patrimonio della Cultura e dei Catanesi, dando exemplum di Etica, i quattro reperti archeologici illecitamente e "irritualmente" regalati il 15 marzo del 1962 al Sindaco di Grenoble.
"A fronte d'una razzia di Beni Culturali che riguarda l'Isola, e di cui spesso nemmeno i preposti alla vigilanza si sono accorti, il ritorno dei reperti si assume a simbolo di 'nova aetas', di resurrezione morale e culturale. Sollevi il Presidente Lombardo lo sguardo dalle sempre più mefitiche paludi della politica - è l'appello di Silvana Grasso - e renda onore ai Siciliani e omaggio alla Bellezza dell'Arte, che è oltre l'Arte medesima".
Non solo. La scrittrice è pronta ad interpellare ufficialmente anche il ministro ai Beni Culturali. "Chiederò al Ministro Galan di intervenire presso la Città di Grenoble e farsi garante, con un'azione forte di civiltà e Umanesimo, della restituzione del prezioso cratere che, rientrando in Sicilia dopo un'incresciosa quanto incredibile 'deportazione', sia esempio inconfutabile di Legalità per i Siciliani che Italiani sono".

Questo l'elenco dei pezzi: Officina ellenistica, Oinochoe a vernice nera con corpo baccellato; Officina greca del sec V-IV a. C., Lucerna di tipo attico a vernice nera; Officina greca, Lekytos ariballica acroma; Officina greca, Oinochoe a bocca trilobata.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

18 aprile 2011
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia