La poesia incanta la piazza

Giunge alla XXIX° edizione il Premio Internazionale di poesia Città di Marineo

13 settembre 2003
Giunge alla sua ventinovesima edizione il "Premio Internazionale di poesia Città di Marineo", realizzato con il sostegno ed il patrocinio della Provincia Regionale di Palermo e organizzato dal Circolo Culturale marinese e dalle Fondazione Culturale "G. Arnone".
La consegna del prestigioso riconoscimento, che in più di cinque lustri ha saputo avvicinare al pubblico gli autori contemporanei, "sdoganando" la poesia dal ghetto delle letture per pochi, avrà luogo domani, domenica 14 settembre, alle ore 18 nella piazza del castello Beccadelli Bologna.

Vincitore del premio è l’attore e scrittore Pino Caruso, personaggio di spettacolo e di cultura che ha saputo dare voce alle mille sfumature dello spirito della Sicilia, dal palcoscenico così come dalle pagine dei suoi libri, diventando un punto di riferimento per tutto il teatro italiano e uno degli interpreti più amati del panorama nazionale. 

Nell’ambito della "Poesia in lingua italiana", la giuria ha attribuito il primo premio, ex aequo, al poeta Carlo Villa con la raccolta "L’attimo leggente" (Bastogi editore) e al poeta Giuseppe Rosato con la silloge "L’inganno della luce" (edizioni Book). Il secondo premio è stato assegnato a Loretto Rafanelli, con la raccolta "Il silenzio dei nomi" (edizioni Jaca Book), mentre il terzo premio è andato ai poeti Vittorio Stringi, con la raccolta "I giorni dell’uomo" (edizioni ''Prova d’autore''), e Giuseppe Bilotta, con la silloge "Fermo punto della luce di Jean de Polignac" (edizioni Marcus).

Per la sezione "Poesia inedita in lingua siciliana" il primo premio è stato assegnato a Giuseppe Cardello con la lirica "L’ultimu cuntasturie", il secondo a Paolo Salomone,  per la lirica "Campari pi la morti", il terzo premio è andato a Gaetano Capuano, con la poesia "Spirdimientu".
Nella stessa sezione sono state segnalate le liriche di Nina Giardinieri, Salvatore Schifò, Salvatore Maragliano, Antonella Pizzo, Flavia Lepre.

Nella sezione "Poesia edita in lingua siciliana" il primo premio è stato attribuito a Senzio Mazza con la raccolta "Scagghi di sciara" (edizioni Coppola), il secondo è andato a Maria Costa con la raccolta "Scinnenti e muntanti" (edizioni Sfamemi), mentre il terzo premio se l’è aggiudicato Franco Vitali con la raccolta "Li canti di la rocca". Segnalate le raccolte dei poeti Salvo Carlucci, Geppina Macaluso, Giovanni Giocolano, Maria Grasso.

La cerimonia di premiazione sarà condotta dal giornalista Franco Solfiti, mentre le liriche saranno recitate, come di consueto, da Marisa Palermo.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

13 settembre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia