La protesta degli agricoltori trapanesi arriva a Palermo sopra camion e trattori

Sono in agitazione da settimane e da giorni occupano una quindicina di consigli comunali nel trapanese

25 ottobre 2005

Centinaia di camion e trattori di viticoltori del trapanese, dopo aver percorso a rilento l'A29 Palermo-Mazara del Vallo, la statale 113 e la scorrimento veloce Sciacca-Palermo, arrivano oggi a palazzo d'Orleans e a palazzo dei Normanni, sedi della presidenza della Regione e del Parlamento siciliano.
Gli agricoltori, che da settimane sono in agitazione e da giorni occupano una quindicina di consigli comunali nel trapanese, chiedono interventi di sostegno per il settore.
Ieri le trattative tra Regione e associazioni agricole si erano interrotte: il governatore Salvatore Cuffaro si era detto disponibile a interventi per 50 milioni, giudicati insufficienti dagli agricoltori.

Il settore chiede, tra l'altro, che la Regione si faccia garante presso le banche per i prestiti chiesti dalle cantine, le quali alle condizioni attuali possono pagare l'uva non più di 15 euro al quintale, contro i 25 chiesti dai produttori.
Intanto, a Palermo il traffico cittadino è già in tilt e non si esclude, come ventilato ieri, che gli agricoltori possano bloccare lo svincolo per l'aeroporto di Punta Raisi.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

25 ottobre 2005

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia