Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

La "punciuta" e l'Alzheimer

Il pm nisseno Nico Gozzo crea su Facebook un gruppo pro Agnese Borsellino

13 marzo 2012

Su Facebook è nato un gruppo di sostegno ad Agnese Borsellino, vedova del giudice ucciso nella strage di via D'Amelio, in segno di solidarietà dopo quanto dichiarato in un'intervista dal generale Antonio Subranni, secondo cui la signora Agnese avrebbe parlato di lui ai magistrati come "l'amico traditore" perché soffrirebbe del morbo di Alzheimer. Sono più di 500 i membri del gruppo nato su Facebook e creato dal Procuratore aggiunto di Caltanissetta Nico Gozzo, ma ora dopo ora se ne aggiungono sempre di più.
"Le dichiarazioni non meritano alcun chiarimento. Si commentano da sole", si era limitata a dire sabato la vedova Borsellino parlando delle parole dell'ex capo del Ros. In un verbale del 2010 la signora Borsellino riferisce ai pm che indagano sulla strage di via D'Amelio una confidenza ricevuta dal marito. Da lui avrebbe appreso che Subranni era in rapporto con ambienti mafiosi e che era stato "punciutu", cioè punto, in un rito di affiliazione a Cosa nostra.
Il generale nell'intervista rilasciata smentisce quest'accusa parlando di "falsità" aggiungendo: "Purtroppo, la signora Borsellino non sta bene in salute. Forse un Alzheimer, non so quando cominciato". Malattia smentita anche dal figlio del giudice, Manfredi Borsellino: "Mia madre è la più lucida di tutti noi".
Sono decine i post pubblicati dai membri del gruppo che sostiene la signora Borsellino. Gianluca Manca scrive: "Pieno sostegno ad Agnese Borsellino! A volte non occorre la legge per provare ciò che è notorio...!!! Notorium non eget probatione! Non occorre provare ciò che tutti sanno". Nunzio Sisto scrive: "Chiunque attacchi la signora Agnese o Salvatore dovrà reggere lo sguardo di centinaia, migliaia di occhi: quelli delle Agende Rosse". Vincenzo Cascio aggiunge: "Credo sia importante far sentire alla signora Agnese Borsellino la nostra vicinanza".
Agnese Borsellino, vedova del giudice Paolo Borsellino, ringrazia il popolo di Facebook per il gruppo di solidarietà e di sostegno creato ieri su input del procuratore aggiunto di Caltanissetta Nico Gozzo. "Cari amici - scrive Agnese Borsellino ai curatori del gruppo 'fraterno sostegno ad Agnese Borsellino' - ho appena saputo dal mio caro amico Luigi Furitano della vostra commovente e apprezzata iniziativa. Non credevo di potere avere e trovare tante persone care e a me così vicine e soprattutto di poter meritare questo vostro affetto. Sarò felice di poter leggere i vostri messaggi e le vostre lettere. Vi abbraccio con sincero affetto. Vostra Agnese Borsellino". [Adnkronos/Ign]

- Boss "innocenti" e uomini delle Istituzioni "offesi" (Guidasicilia.it, 10/03/12)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

13 marzo 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia