La Regione chiede il conto a Cuffaro

150 mila euro per i danni di immagine che l'ex governatore ha procurato alla Sicilia

26 novembre 2013

La condanna a sette anni per favoreggiamento aggravato alla mafia dell'allora governatore Totò Cuffaro ha procurato un danno all'immagine della Regione siciliana. Lo hanno stabilito i giudici della Corte dei conti che hanno stimato il risarcimento in 150 mila euro.
Il procuratore aveva chiesto la condanna a 300 mila euro. Il collegio, presieduto da Luciana Savagnone, ha fissato nella metà l'ammontare del danno.
"Nessun dubbio può sussistere - si legge nelle motivazione - circa l'esistenza di una grave lesione all'immagine della Regione siciliana, in conseguenza del comportamento delittuoso del suo presidente".
La stessa Corte ha condannato l'ex maresciallo del Ros, Giorgio Riolo, e il collaboratore amministrativo dell'ex Ausl di Palermo, Salvatore Prestigiacomo, a versare rispettivamente 100 mila all'Arma e 25 mila euro all'Azienda sanitaria. Per tutti la sentenza è appellabile. [ANSA]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

26 novembre 2013

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia