Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

La Regione invita i comuni a dotarsi dei regolamenti di Protezione Civile. Campobello di Mazara li tiene ''congelati'' da 6 mesi

06 luglio 2005

Il 27 giugno, nel corso di un apposito incontro convocato dal Dipartimento della Protezione Civile dell'assessorato regionale alla Presidenza, i comuni della provincia di Trapani sono stati invitati a dotarsi in tempi brevi dei regolamenti di Protezione Civile propedeutici alla stesura del ''Piano comunale di Protezione Civile'' previsto dalle Legge 225 del 1992.
Il Comune di Campobello di Mazara avrebbe potuto adempiere a questo obbligo normativo già nel gennaio di quest'anno, ma nella seduta consiliare del 17 gennaio il Consiglio Comunale ha rinviato sine die la trattazione del punto, senza peraltro specificarne i motivi.
La giunta comunale da oltre un anno ha invece già adottato il ''Regolamento per il coordinamento comunale di Protezione Civile''  e il ''Regolamento per l'istituzione  ed il funzionamento dei gruppi volontari comunali di protezione civile''. 

L'assessore al ramo Enzo Cuttone spiega. ''E' ormai chiaro a tutti come il  consiglio comunale, rapito da strategie di campagna elettorale, voglia bloccare l'attività amministrativa.  Il consiglio dimentica di dovere rappresentare gli interessi dei cittadini. E ignora di avere precisi doveri di tutela dell'incolumità e della sicurezza dei cittadini. Alcuni consiglieri comunali non hanno il minimo senso delle Istituzioni e non esitano cinicamente ad anteporre calcoli politici a questioni molto serie come la prevenzione in materia di sicurezza pubblica. Informerò di questa grave inadempienza sia il Prefetto di Trapani che l’assessorato regionale alle Autonomie Locali. Sono atteggiamenti che svelano un menefreghismo assai eloquente''.
L'assessore aggiunge: ''Se, malauguratamente, dovesse succedere l'imprevedibile, la Protezione Civile di Campobello non avrebbe gli strumenti per operare e per portare soccorso alla popolazione. Le associazioni di volontariato sarebbero senza coordinamento. Questo tipo di politica e chi se ne fa interprete, sono disastrosi tanto quanto una calamità naturale''.

Comune di Campobello di Mazara

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

06 luglio 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia