La Regione Siciliana ha 5 miliardi di debiti. Il maggior creditore è il ministero dell'Economia

07 settembre 2011

Cinque miliardi di euro. A tanto ammonta l’esposizione finanziaria della Regione Siciliana. Cifre che ne fanno la seconda regione italiana per stock di debito, dietro soltanto alla Campania. Le cifre del debito siciliano sul nuovo numero di «ASud’Europa», settimanale del Centro Pio La Torre.
Il maggior creditore della Regione è il Ministero dell’Economia: 2.550 milioni (pari al 54,4% del totale). Seguono il prestito contratto con la Cassa Depositi e Prestiti per 1.503 milioni (32,1% del totale); i mutui accesi con la Banca europea degli investimenti per 358 milioni (pari al 7,6%) e i prestiti obbligazionari per 272 milioni (pari al 5,8%). Le posizioni debitorie a carico dello Stato sono costituite da mutui della Cassa Depositi e Prestiti per 216 milioni (pari al 55,5% del totale) e da mutui contratti con istituti bancari per 172 milioni (44,5%). Il debito complessivo dello scorso anno è risultato del 9% superiore rispetto a quello del 2009. Il costo sopportato lo scorso anno dalla Regione per il pagamento di interessi e rimborso della quota capitale dei propri prestiti è stato pari a 1,061 miliardi (di cui 226 milioni a titolo di interessi). La vita media del debito residuo, oggi è pari a circa 17 anni. Un incremento record se si pensa che due anni fa era peri a 14 e nel 2007 era pari a 7 anni.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

07 settembre 2011

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia