La Regione siciliana istituisce distretto turistico delle Miniere: capofila la Provincia di Caltanissetta

17 ottobre 2011

L'assessore al Turismo della regione Sicilia, Daniele Tranchida, ha firmato il decreto di riconoscimento del distretto turistico delle Miniere, che vede capofila la Provincia Regionale di Caltanissetta. Si tratta di uno dei 26 distretti che sono stati riconosciuti in Sicilia (LEGGI) e che interessa i territori delle province di Caltanissetta, Enna ed Agrigento.

Il distretto delle Miniere abbraccia i territori di 33 comuni interessati dal fenomeno storico dell’estrazione mineraria nella Sicilia centro-meridionale: va da Cianciana a Cattolica Eraclea e scendendo lungo la costa agrigentina risale nell’entroterra della valle del Platani fino a Villalba per ridiscendere verso Caltanissetta, Sommatino, Riesi e Butera fino al mare, per raggiungere poi Pietraperzia, Enna, Villarosa e Valguarnera con un percorso di oltre 200 km.
Il distretto intende promuovere le attività economiche collegate al turismo sostenibile relativo alle miniere di zolfo, di sale potassico e di salgemma, tema che assume un profondo significato sociale e culturale per la valorizzazione di tutti gli aspetti naturalistici, storici, ambientali e monumentali, nonché per le peculiarità della tradizione e dell’enogastronomia. Oltre alle amministrazioni pubbliche, il distretto annovera anche 40 soggetti privati.

"Con il riconoscimento del nostro distretto - commenta l'assessore provinciale al turismo Fabiano Lomonaco - si realizza quel percorso che abbiamo intrapreso un anno fa volto a creare un sistema turistico che superi il tradizionale limite della territorialità, privilegiando di fatto l’aspetto geografico e la caratterizzazione attraverso un brand. Le miniere, saranno l’elemento trainante delle prossime politiche sul turismo, che, attraverso una programmazione pluriennale, avranno finalmente quella valorizzazione in chiave turistica che da decenni aspetta di essere realizzata. Bisogna adesso, pensare in grande e fare squadra, al fine di non perdere questa grossa opportunità d’investimento per il nostro territorio". [Adnkronos/Labitalia]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 ottobre 2011

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia