La scuola per operatori shiatsu ''Il Dojo'': protagonista di rilievo tra eventi mondani, culturali e sportivi in Sicilia

09 ottobre 2007






Articolo di Mara Di Maura

Scenari naturali incantevoli in uno scorcio d'isola dove gli opposti convivono, dove  il mare si sposa con il fuoco scoppiettante dell'Etna e le attrattive artistico-culturali si fondono spesso con quelle naturali divenendo un tutt'uno col paesaggio. Bellezza è parola d'ordine in Sicilia. Bellezza a trecentosessanta gradi. E dove si parla di bellezza non si può non parlare di benessere psico-fisico, un benessere totale in coerenza con il motto latineggiante ''mens sana in corpore sano''.
La scuola per operatori shiatsu ''Il Dojo'' è ben impegnata su questo fronte con la sua adesione a interessanti iniziative aventi come oggetto la promozione della bellezza dell'isola e delle sue risorse umane e naturali. Ma veniamo agli eventi che hanno vista la scuola farsi promotrice di primo piano di salute e benessere a tutto tondo. 
Sport, relax, avventura e divertimento: un cocktail invitante quello offerto nel week end a cavallo tra gli ultimi tre giorni d'aprile e il primo di maggio a tutti i partecipanti al Forward Island 2007 che si è tenuto nelle isole Eolie a Panarea, un evento che, giunto ormai alla sua sesta edizione e patrocinato da Grand Tour Sicilia 2007, dal Dipartimento dello Sport dell'Assessorato al Turismo, Comunicazione e trasporti  della Regione Siciliana, dalla Provincia Regionale di Messina e dal Comune di Lipari, si è proposto di coniugare al wellness la pratica degli sport estremi senza escludere momenti di divertimento attraverso la discoteca e l'intrattenimento dello spettacolo.

All'interno della manifestazione si è dato largo spazio alle attività legate al benessere e proprio in questa cornice si è inserita la presenza della scuola ''Il Dojo'' che, attraverso i propri istruttori, ha offerto la possibilità di ricevere trattamenti shiatsu a una buona parte delle settecento persone aderenti all'iniziativa. Lo staff del Forward si è infatti preoccupato di distribuire a ciascuno dei suoi ospiti un tagliando valevole per un massaggio shiatsu gratuito per una persona presso lo stand de ''Il Dojo''. ''All'interno dell'albergo - ha raccontato Giuseppe Montemagno, fondatore de ''Il Dojo'' - abbiamo creato una piazzola con materassini e cuscini e lì in cui abbiamo svolto la nostra attività shiatsu ogni giorno al mattino dalle 10 alle 13 e al pomeriggio dalle 15 alle 19. Attraverso il lavoro di sette istruttori, cui si è anche aggiunto come aiutante il marito di una istruttrice, siamo riusciti a trattare in tutto duecento persone sul totale di coloro i quali avevano acquistato il pacchetto, per lo più provenienti da varie parti della Sicilia''. Ad affiancare lo shiatsu nella splendida location di una delle più amene isole del Mediterraneo è stata poi la pratica di altre attività pensate appositamente per la salute del corpo e la serenità dello spirito come lo yoga, il pilates, l'idromassaggio, lo stretching, il massaggio-peeling e l'acquagym che, insieme alla degustazione di prodotti biologici, si sono mescolati in un mix ideale per quattro giorni all'insegna del più appagante relax. Ma ce ne sono state davvero per tutti i gusti. Lunga, lunghissima infatti anche la lista delle attività sportive offerte durante il Forward agli intervenuti: dalle escursioni in mountain bike alle immersioni nei fondali di Panarea, dall'equitazione a sport estremi quali lo sci nautico, il bungee jumping e il paracadutismo, praticati a contatto con la natura amena del luogo e, naturalmente, con il supporto di un personale altamente qualificato.
Infine, per chiudere le giornate nel segno del divertimento e dell'allegria, non sono mancate attività ricreative quali aperitivi, pre-serata a bordo piscina e musica live ma anche veri e propri spettacoli serali. E alla fine tutti in pista a scatenarsi in discoteca al Cincotta per respirare fino in fondo la magia del luogo e vivere fino a notte inoltrata quest'evento particolare, unico e irrinunciabile.

Altrettanto unico l'evento che, nella notte tra sabato 16 e domenica 17 giugno 2007, ha visto la città di Taormina, da sempre uno dei centri di maggiore attrazione turistica del mondo, animarsi incessantemente di attività culturali, ricreative e mondane fino ai primi bagliori del crepuscolo. In questa notte incantata, la prima Notte Bianca a Taormina, in questa location d'eccezione, la scuola ''Il Dojo'' è stata presente, rappresentata da venti operatori che hanno instancabilmente trattato un totale di ben duecentocinquanta persone dalle 21 alle 4,30 circa del mattino, cioè praticamente dal tramonto all'alba. Un vero e proprio tour de force per i professionisti della scuola intervenuti del tutto gratuitamente in occasione dell'evento. Del resto l'attività de ''Il Dojo'' a Taormina, attraverso la collocazione di una postazione con tanto di fouton, cuscini e gazebo a piazza Varò, nel cuore pulsante della cittadina, si è inserita perfettamente nella finalità che l'evento nel suo insieme si è prefisso di raggiungere: dar vita a un'esperienza straordinaria per la conoscenza del territorio, delle sue eterogenee ricchezze culturali, artistiche ed enogastronomiche. Ed infatti, anche grazie alla scuola ''Il Dojo'', lo shiatsu, dopo essersi diffuso in Italia, ha trovato modo d'attecchire solidamente anche in Sicilia, diventando nella nostra regione una realtà in crescente fermento ed estensione. Sulla scia del successo dell'esperienza capitolina, la Notte Bianca, patrocinata dall'Assessorato al Turismo, dall'Assessorato ai Beni Culturali, dall'Assessorato al Turismo della Provincia Regionale di Messina e, infine, dal Comune di Taormina, ha costituito anche un'opportunità per presentare in una veste inedita il patrimonio storico-culturale di Taormina. In questa magica notte estiva la città si è infatti animata di numerosi eventi di musica, danza, teatro, arte, enogastronomia e wellness (con la presenza de ''Il Dojo'') ponendosi inoltre in concomitanza con l'inaugurazione della settimana del Taormina Film Fest.
Non resta dunque che ringraziare gli operatori de ''Il Dojo'' per l'impegno e la disponibilità dimostrati nel rendere un'eccellente ed utile servizio in questa magica e speciale notte d'inizio estate.

Ma passiamo adesso alle Feste Shiatsu, eventi curati da ''Il Dojo'' che rivestono un'importanza capitale nella divulgazione conoscitiva della pratica shiatsu in Sicilia.
La Festa Shiatsu organizzata quest'anno nella cornice dell'Hotel Residence Kastalia di Ragusa dal pomeriggio di venerdì 6 alla mattina di domenica 8 luglio ha offerto l'opportunità a tutti i soci, studenti e insegnanti del primo, secondo e terzo anno di corso della scuola, di vivere un momento di gioia e relax in un costante esercizio dei trattamenti shiatsu. ''La festa - ha spiegato il Maestro Giuseppe Montemagno - in origine costituiva una semplice occasione per far conoscere tra loro i ragazzi che frequentavano i tre anni di corso e che altrimenti avrebbero potuto difficilmente entrare in contatto. In seguito però abbiamo notato che gli aderenti all'iniziativa quasi sempre portavano con sé qualche familiare o amico. E' così nata la ''festa Shiatsu'', un momento che sancendo la fine del primo semestre scolastico - da febbraio a giugno - segna anche l'inizio del secondo semestre - da settembre a dicembre''.  In particolare durante i tre giorni e le due notti di festa la scuola ha messo a disposizione attraverso gli operatori presenti un pacchetto di servizi divisi in tre fasi: risveglio mattutino, automassaggio ''do-in'' unitamente al trattamento yoga e infine un trattamento shiatsu gratuito la mattina e uno il pomeriggio per un totale di quattro trattamenti durante le tre giornate.
''Quest'anno - ha detto ancora Montemagno - l'iniziativa ha riscosso un enorme successo se consideriamo che rispetto all'estate scorsa le adesioni si sono raddoppiate. Si è passati dalle centocinquanta unità intervenute nella medesima occasione nel 2006 alle trecento persone che hanno acquistato quest'anno il pacchetto offerto per i tre giorni e comprendente sia servizi messi a disposizione dalla struttura del Kastalia che servizi forniti dagli stessi operatori della scuola. Non va infatti dimenticato che delle trecento unità riunitesi - comprendenti anche adesioni da Bari e da Bologna -  una cinquantina era rappresentata da operatori che hanno continuamente esercitato la pratica shiatsu sulle rimanenti duecentocinquanta persone estranee all'ambiente''.

Un'altra Festa Shiatsu si è invece svolta a Marsala nelle giornate di domenica 5 e lunedì 6 agosto 2007 a Villa Cavallotti, nel cuore della cittadina trapanese, ed ha visto una folta partecipazione da parte di curiosi di tutte le età. ''La festa - racconta Anna Falcone, istruttrice di primo corso - non è stata organizzata direttamente dalla scuola Il Dojo, anche se quest'ultima ha messo a disposizione per l'evento i suoi operatori, ben undici, che hanno ininterrottamente operato durante le due giornate di festa negli orari pomeridiani di apertura della villa, dalle 18 alle 24. Della festa, la seconda organizzata a Marsala dopo quella dello scorso anno, si è occupata Maria Luisa Reina, responsabile di 'Sole Luna', centro affiliato de Il Dojo a Marsala che da due anni organizza nella città del trapanese corsi per operatori shiatsu''.
Scopo essenziale della festa è stato proprio quello di far conoscere la scuola anche nella provincia del trapanese. Uno scopo evidentemente raggiunto in pieno se pensiamo che gli intervenuti sono stati numerosissimi. Un risultato ancor più proficuo se si punta lo sguardo alla differenza sostanziale tra questa festa shiatsu e quella organizzata al Kastalia di Ragusa. ''Mentre la festa shiatsu al Kastalia - ha raccontato ancora Anna - prevedeva l'acquisto a monte di un pacchetto di servizi da parte degli intervenuti l'esito di questa festa è stato interamente decretato dall'interesse suscitato nei passanti dallo stand montato all'aperto a Villa Cavallotti, una villa comunale particolarmente ricca di piante secolari e, per questo motivo, aperta al pubblico solo in orari precisi sia di mattina che di pomeriggio. Il fatto che molti tra coloro i quali si trovavano di passaggio nella villa si siano fermati, indotti da mera curiosità, per sottoporsi al trattamento shiatsu è spia del grande interesse che vi è  quella zona per questa pratica e per la cultura ad essa legata''.
La cornice in cui è stato organizzato l'evento ha assunto in tal senso un'importanza fondamentale nell'attirare l'attenzione dei passanti. ''Ritengo che Maria Luisa Reina - ha detto Marinella, assistente istruttrice - sia stata molto in gamba nel creare la giusta atmosfera all'interno degli stand puntando molto su stimolazioni sonore attraverso la musica e visive attraverso un gioco sapiente di luci soffuse che ha contribuito non poco ad attirare l'attenzione dei passanti, in particolare dei bambini i quali non hanno esitato a lasciarsi trattare in numero cospicuo. Addirittura alcuni di essi, accompagnati da adulti non meno incuriositi, sono rimasti talmente affascinati da quest'esperienza da essersi sottoposti alle mani di più operatori, passando dall'uno all'altro dei volontari intervenuti per prestare gratuitamente la propria attività''.

Un grazie di cuore, dunque, a ''Il Dojo'' per la sua attività di miglioramento continuo della salute, della bellezza e del benessere degli abitanti di questa nostra straordinaria, unica, incantevole isola.

INFO
Scuola Operatori Shiatsu ''Il Dojo''
Viale Autonomia, 57 - 9504, Caltagirone (CT)
Tel-Fax. 0933/22170 - Cell. 339/4916004
www.ildojo.com
info@ildojo.com

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

09 ottobre 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia